Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 826
RAGUSA - 23/11/2010
Attualità - Ragusa: l’iniziativa del Centro commerciale ibleo

"Io Ragusano – un itinerario di identità culturale"

In esposizione gli elaborati creativi realizzati dagli studenti di tre Istituti scolastici Foto Corrierediragusa.it

«Io Ragusano – un itinerario di identità culturale»…ciak si gira! L’iniziativa promossa dal Centro commerciale Ibleo di viale delle Americhe a Ragusa, organizzata da Password e patrocinata dalla Provincia Regionale di Ragusa e dal Comune di Ragusa ha aperto i battenti con l’esposizione, su tre postazioni della Galleria dello stesso Centro Ibleo, di elaborati creativi realizzati dagli studenti di tre Istituti scolastici di Ragusa che hanno aderito all’iniziativa, ed ispirati al territorio ibleo, riconosciuto dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Gli Istituti scolastici di Ragusa che hanno esposto i suddetti elaborati, sono il Berlinguer per le scuole elementari, il Crispi per le scuole medie, il Ferraris per le scuole superiori.

L’esposizione visitabile tutti i giorni negli orari d’apertura del C. C. Ibleo, si protrarrà fino al prossimo venerdì 3 dicembre, nel cui pomeriggio, dalle 16, si terrà un Torneo infrascolastico a tema inspirato proprio ad uno dei giochi creativi dell’Istituto Crispi, «Alla conquista dei monumenti».

Presenti alla presentazione il Direttore del C. C. Ibleo, il Dott. Pasquale Barbaro, l’Assessore comunale di Ragusa alla Pubblica Istruzione, Elisabetta Marino ed i dirigenti e docenti dei suddetti Istituti scolastici, la Prof.ssa Maria Grazia Carfì, la Prof.ssa Maria Luisa Suizzo, la Prof.ssa Carolina Antoci.

Tra gli elaborati artistici, ritratti di personalità di spicco ragusane, collage di monumenti, miniature di masserie in pietra circondate da muri a secco, vetrate sui costumi d’un tempo, richiami alla gastronomia tipica, stampe di paesaggi, tutti con un denominatore comune, il vasto patrimonio culturale identitario ibleo.

Spiccata, dunque, la sensibilità del C. C. Ibleo e dalla Unog, la società che lo gestisce, nei confronti del territorio Ibleo e della formazione degli studenti, affinché questi ultimi, futura classe dirigenziale, possano divenire già adesso promotori attivi del proprio territorio.