Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1338
RAGUSA - 29/10/2010
Attualità - Ragusa: il presidente comunale Sorbo lancia strali

Ascom critica verso i mercati contadini, chiesti controlli

Richiesta a sindaco e Polizia municipale "di effettuare controlli" Foto Corrierediragusa.it

Il mercato contadino ha appena fatto la sua apparizione e già se ne mette in dubbio l´utilità. A farlo è l´Associazione commercianti. A prendere posizione, decisamente contraria, è il presidente comunale dell´Associazione commercianti Cesare Sorbo (nella foto). Lo fa distillando una serie di dubbi e chiedendo alla Polizia municipale controlli accurati sulla struttura realizzata accanto al teatro Tenda. Sorbo unisce la guerra psicologica alla denuncia.

Il presidente dell´Ascom comincia col chiedersi: «La vendita diretta dei prodotti agricoli ai consumatori finali è vera convenienza?». E prosegue sollevando interrogativi «sull´equità fiscale (i commercianti che vendono frutta e verdura all´interno dei propri esercizi pagano le tasse, mentre i contadini che partecipano ai mercati sono esenti, tra l´altro, anche dal pagamento del suolo pubblico)», ma anche «sulle condizioni igienico-sanitarie (quali garanzie possono essere date, in questo senso, ai consumatori?)».

Poi, mette in dubbio la presenza di veri agricoltori nella struttura: «Ma siamo sicuri che arrivano proprio dai campi coltivati dei contadini ragusani e non da chissà quali posti di frontiera?». Infine, lancia un sasso dal sapore fiscale: «A quanto pare, non c´è utilizzo di bilance omologate».
Se non è guerra preventiva, non si sa come chiamarla. E meno male che lo stesso Sorbo aveva premesso di non voler «aprire alcun fronte polemico con chicchessia».

Il presidente dell´Ascom rileva che «non vengono mantenute le promesse relative all´attuazione di prezzi inferiori a quelli praticati dalla distribuzione». Per l´Ascom, il mercato dell´agricoltore è «un bluff». L´Ascom chiede dunque al sindaco e alla Polizia municipale «di effettuare controlli accurati al fine di verificare eventuali anomalie e il rispetto delle regole».