Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 917
RAGUSA - 01/09/2010
Attualità - Ragusa: il presidente bolla come improbabile la circostanza

L´Asi sarà commissariato? Alescio: "Pensiamo a lavorare"

"Non mi interessano le polemiche. Intendo invece fornire risposte concrete alle aziende". Intanto il consigliere Rosa non risulta interdetto dai pubblici uffici

L’Area di sviluppo industriale di Ragusa non rischierebbe il commissariamento. Lo assicura il presidente Rosario Alescio, il quale si rifiuta di prendere in considerazione questa ipotesi, che rallenterebbe in maniera determinante, addirittura mesi, il lavoro che invece c’è da smaltire in tempi rapidi per fornire risposte concrete alle aziende. «Non mi interessa fare polemica – dice Alescio – il mio obiettivo consiste nel non deludere la fiducia di nessuno, fornendo fin da subito sostegni concreti alle aziende in balia della crisi. Tutti gli enti che vorranno collaborare al mio progetto – conclude Alescio – saranno i benvenuti».

Lo spettro del commissariamento era scaturito dalla presunta incompatibilità del componente del consiglio generale Giovanni Rosa, che, a differenza di quanto erroneamente riportato in precedenza, non è mai stato dichiarato interdetto dai pubblici uffici, come ha precisato il diretto interessato in una nota inviata alla nostra redazione.

"Per una vicenda di scarso rilievo penale avuta con un vigile urbano e risalente a molti anni fa - dichiara Giovanni Rosa - il Tribunale di Sorveglianza di Catania, con Ordinanza prot.1091/10 T.S.3 del 14 luglio 2010, ha dichiarato la riabilitazione del sottoscritto".

Anche Rosa aveva preso parte all’elezione del presidente. A questo proposito il coordinatore di Idv Giovanni Iacono aveva auspicato che venisse accertata la circostanza, per garantire il rispetto delle regole, anche in riferimento alla presunta incompatibilità di altri consiglieri.

E mentre si attende ancora la nomina del vice presidente dell’Asi, che potrebbe essere il consigliere provinciale Salvatore Mandarà, va avanti la proposta di legge della Regione di fusione delle Asi. In questo caso l’organismo di Ragusa potrebbe in un futuro prossimo essere accorpato con quello di Siracusa.