Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 1300
RAGUSA - 22/08/2010
Attualità - Ragusa: luci e ombre dell’estate a Marina

Idv: «Un’estate con meno turisti». Non per Udc e Pdl

Il partito di Di Pietro fa le pulci all’amministrazione Dipasquale. Rispondono per le rime i consiglieri Angelica, Distefano e Ilardo

«Una estate da dimenticare con l´aumento vertiginoso di mosche e zanzare e con meno 40 % di presenza turistiche e residenziali». Italia dei valori critica l’estate di Marina di Ragusa. A parte la microcriminalità che ha fatto incetta di scooter nella frazione, gettando nella disperazione decine e decine di giovani, le cose per Giovanni Iacono e i vari consiglieri di Idv non sono andate bene neanche per commercianti e ristoratori.

«In queste settimane abbiamo assistito e letto tanti comunicati e dichiarazioni del Sindaco di Ragusa e del Vice Sindaco Cosentini che addirittura hanno che di "meraviglie" in "meraviglie" questa "Estate sarà da ricordare". In effetti questa estata sarà ricordata e sarà ricordata come la peggiore estate a Marina di Ragusa altro "che prodotto Ragusa funziona". Funziona ancora l´effetto Montalbano mentre l´amministrazione Dipasquale continua a fare pasticci coprendoli di propaganda. Cominciamo a dire alcuni numeri reali.

«Mai come quest´anno Commercianti, ristoratori, strutture ricettive e le attività estive avevano registrato un calo del 30-40 %; anche quest´anno i turisti hanno dovuto registrare la totale mancanza di contenitori per la raccolta differenziata e si sono lamentati con i gestori perché le loro bottiglie di vetro, la plastica, le lattine che con cura avevano messo da parte non potevano essere smaltiti. E si riempiono la bocca di "turismo"; qualche settimana fa la fabbrica di propaganda dell´amministrazione Dipasquale aveva comunicato che al porto vi erano 1300 transiti giornalieri che non ci sono stati manco conteggiando durante i lavori del porto il numero dei viaggi dei camions. La realtà è che quest´anno vi sono occupati solo il 50 % dei posti e quei pochi transiti sono toccata e fuga e non durano più di 1/2 giornata non arrecando alcun vantaggio economico; Cosentini non dice che da oltre 4 giorni non riescono a riparare i guasti alla condotta fognaria sul porto con fuoriuscita dei liquami dal tubo visibile lungo la strada.»

ANGELICA, UDC: "DATI CONFORTANTI"
«Continuano i successi per la città di Ragusa nel campo del Turismo». E´ il commento del capogruppo di Ragusa Popolare-Udc Filippo Angelica, delegato dal sindaco Dipasquale ad occuparsi delle politiche turistiche per il Comune di Ragusa, rispetto alle statistiche diffuse recentemente dal sito Hotels.com, portale Internet leader nelle prenotazioni di alberghi online.

«Ragusa continua ad essere una delle mete più ricercate da chi ha deciso di viaggiare durante questa calda estate – dice Angelica – le statistiche di Hotels.com non lasciano alcun dubbio. Il capoluogo ibleo è al terzo posto nella top five delle località più cercate dai turisti che navigano sul web, ottenendo a giugno un +566% rispetto al 2009. Un dato importante che conferma l´ottimo lavoro che assieme all´Amministrazione comunale, con in testa il sindaco Dipasquale, si è fatto. Da delegato al turismo non posso non evidenziare questo risultato che si aggiunge ad altri importanti traguardi, dalla bandiera blu alla bandiera verde, ad altri dati positivi forniti da osservatori esterni. Dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione, intensificando gli interventi finora svolti e che hanno portato a presenze numerose a Ragusa Ibla, a Marina di Ragusa e al Castello di Donnafugata».

Ci sono ovviamente aspetti che andrebbero curati meglio ed Angelica, proprio rispetto all´ultimo sito citato, ne evidenzia uno : «Partendo proprio dalle considerazioni sui successi, non comprendo come sia possibile che nel giorno dei festeggiamenti del patrono San Giovanni Battista, festività che catalizza in tutta la provincia un grande numero di turisti, il Castello di Donnafugata possa restare chiuso. Capisco che occorre venire incontro alle esigenze dei dipendenti – conclude Angelica – ma credo sia utile trovare delle soluzioni alternative per poter garantire la normale fruizione dell´antico maniero, tra l´altro nell´ultima domenica di agosto, ovvero in piena stagione. Mi auguro che chi di competenza possa ripensarci».

DISTEFANO, PDL: "IL BILANCIO POSITIVO E´ SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI"
«Perché verrà ricordata l’estate 2010 a Marina di Ragusa? Di certo non per l’ordinanza emanata dal sindaco Dipasquale sull’interdizione al transito delle bici sul lungomare Mediterraneo. E neppure per le presunte carenze segnalate da Italia dei Valori che affondano le radici in un livore che poco o nulla ha a che vedere con la voglia di proiettare la frazione rivierasca del capoluogo su dimensioni a cui eravamo poco abituati». Il consigliere comunale del Pdl Emanuele Distefano interviene nel dibattito sul bilancio estivo a Marina di Ragusa.

«Un bilancio – afferma Distefano – che è sotto gli occhi di tutti. E che agli occhi di chi vuole mistificare, come gli amici di Idv, appare negativo mentre a sentire la tantissima gente, visitatori e non, che hanno affollato la borgata, stiamo parlando della stagione del definitivo rilancio. Per tornare ad occuparci della protesta riguardante le bici, occorre sottolineare che alla pantomima organizzata dal Partito Democratico si sono ritrovati in quattro (per dirla con una espressione dialettale i cosiddetti «parenti della zita»). Tutto ciò è accaduto in una frazione che ha ottenuto il riconoscimento dal sito internet yahoo.it per la migliore spiaggia. E a un anno di distanza dall’inaugurazione del porto, il turismo, a Marina di Ragusa, è aumentato in modo vertiginoso.

Il completamento di alcuni impianti sportivi, vedi spogliatoio dei campetti Gesuiti, o la conferma della bandiera blu per il secondo anno, il riscontro delle spiagge sempre affollate, tenute in ordine e pulite, oltre ai tanti spettacoli che stanno animando l’estate, sono stati gli ingredienti di una miscela travolgente, vincente, come viene riconosciuto da tutti. Ma l’estate 2010 verrà ricordata soprattutto per aver regalato alla cittadinanza il meraviglioso lungomare Mediterraneo, nuovo di zecca. E non è un caso che l’ordinanza relativa alle bici inviti a mantenere ordinato, pulito e sicuro questo bel lungomare.

E’ da condividere appieno quanto deciso dal sindaco, cioè di mantenere l’ordinanza. E vale pure la pena di ricordare il grande impegno profuso dagli agenti della nostra Polizia municipale che, con cortesia, invitano gli sporadici ciclisti che transitano sul lungomare con le bici a scendere dalle due ruote e a camminare a piedi o a transitare su vie alternative. Circostanza che i cittadini ragusani hanno pienamente apprezzato. E nonostante le polemiche fomentate ad arte da parte di chi vuol fare solo becera opposizione, cavalcando proteste inconsistenti, questa maggioranza va avanti lo stesso, visto che dopo l’estate inizieranno i lavori per il completamento del lungomare Mediterraneo. Assieme a tante altre iniziative che renderanno Marina ancora più affascinante».

LA PRESA DI POSIZIONE DI ILARDO
«Avevamo provato a dimenticare alcuni episodi del passato, archiviati dalle capacità dell´Amministrazione Dipasquale, ma le farneticazioni di certa polita ci hanno costretto a spolverare ricordi spiacevoli». Lo ha dichiarato Fabrizio Ilardo, capogruppo Pdl al Consiglio Comunale di Ragusa, in merito al documento diffuso dai vertici cittadini e provinciali di Italia dei Valori nel quale si legge che quella 2010 è un´estate da ricordare come «la peggiore estate a Marina di Ragusa».

«Personalmente – dice Ilardo – ho memoria di un´estate, non molto lontana, durante la quale residenti e turisti in villeggiatura erano costretti a recarsi presso le autobotti per prelevare con dei bidoni l´acqua potabile, dato che quella delle tubature era inquinata dai nitrati. Ricordo, inoltre, che gli esponenti di Idv che oggi accusano l´amministrazione facevano parte di quel governo, anche se militavano in altri partiti. Ed è stato proprio il Sindaco Nello Dipasquale con la sua amministrazione a risolvere il problema non appena si è insediato, quasi cinque anni fa. Quella sì è stata un´estate da dimenticare».