Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1526
RAGUSA - 20/08/2010
Attualità - Ragusa: anche la Confcommercio è pronta a scendere in campo

Chessari: "Per l´aeroporto siamo pronti alla mobilitazione"

Il presidente provinciale duro contro chi ostacola l’apertura dello scalo aeroportuale di Comiso
Foto CorrierediRagusa.it

Anche Confcommercio tuona contro i ritardi. «Sull’aeroporto di Comiso non faremo sconti a nessuno». A intestarsi il malumore provocati dalla ridda di verità che si susseguono, il presidente provinciale Angelo Chessari (nella foto)manifesta grande preoccupazione a nome dell’intera associazione di categoria.

«Si è sviluppato un dibattito – dice Chessari – che lascia sottendere come questa infrastruttura non entrerà in funzione tanto presto. Anzi, allo stato attuale nessuno, a quanto pare, è in grado di indicare quale sarà la data utile in cui si potrà assistere al primo decollo e, da lì, a seguire, all’entrata in funzione dello scalo comisano. Ecco perché, avendo preso atto anche delle dichiarazioni rilasciate dal sindaco della cittadina casmenea, Giuseppe Alfano, in risposta alle riflessioni del presidente dell’Enac, Vito Riggio, non possiamo che attestarci sulla linea di chi ritiene che quest’aeroporto, per poter essere attivo, ha bisogno di aiuti che, da sola, la società di gestione non è in grado di garantire, pena la mancata attivazione dello scalo. Non avrebbe senso aver compiuto un percorso del genere, aver investito delle somme ingenti, per poi arrivare ad un punto in cui ci viene detto, chiaro e tondo, che questa infrastruttura non potrà mai attivarsi. E’ una ipotesi che vogliamo assolutamente scongiurare. E siamo disponibili anche alla mobilitazione dell’intera categoria, per far sì che questa situazione possa sbloccarsi».

Una situazione – continua Chessari – che ormai va avanti da mesi e l’ultimo dibattito, tra i vari soggetti più o meno interessati, a cui abbiamo assistito, non ci conforta. Aneliamo all’attivazione di tutte le procedure necessarie per sviluppare il turismo sul nostro territorio. L’aeroporto è «condicio sine qua non» il comparto possa crescere e svilupparsi. Facciamo voti perché si trovi una via d’uscita a questa fase di stallo. Siamo pure disponibili a fornire il nostro contributo. Non faremo sconti, invece, a chi ostacola le procedure di attivazione dell’aeroporto. Non è più possibile indugiare oltre. L’aeroporto di Comiso va aperto. E va aperto il prima possibile. Ci sono migliaia di aziende che confidano nell’apertura del sito aeroportuale per rimettere in moto il cammino economico riguardante la propria attività».