Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1147
RAGUSA - 10/08/2010
Attualità - Ragusa: il questore Barboso rassicura il sindaco Dipasquale sulla stretta ai controlli

A Marina di Ragusa tolleranza zero su rumori e schiamazzi

Le proteste dei residenti nel centro hanno sollevato il caso

Controlli a tappeto, massimo rispetto delle regole, stretta su orari di chiusura dei locali. Il questore di Ragusa Marina di Ragusa, Filippo Barboso, ha rassicurato il sindaco Nello Dipasquale, che ha chiesto la tutela dei residenti e dei villeggianti dopo gli ultimi episodi di vandalismo nel centro della frazione balneare.

In particolare nella zona dei pub e dei locali, vie Augusta, Imperia, Tindari e Genova, che ospitano i locali più "a la page" dell´estate 2010 e dove si svolge la movida di Marina. Il questore impegnerà pattuglie della polizia che agiranno con i vigili urbani per tenere sotto controllo la situazione soprattutto nei giorni a cavallo di Ferragosto. Sul tasso alcolemico dei giovani, sul rispetto della quiete pubblica e delle norme della circolazione stradale, orari da osservare da parte dei titolari dei locali pubblici la tolleranza sarà zero.

I residenti del centro lamentano soprattutto gli schiamazzi notturni dei giovani fino alle prime ore del mattino con danneggiamento di porte, citofoni, cancelli; atti di vandalismo che niente hanno a che fare con il divertimento e l’allegria. Le denuncie presentate dai residenti negli ultimi mesi non sono bastate ma il sindaco Dipasquale è intenzionato a mantenere alto il decoro ed il senso di ospitalità della frazione ed ha coinvolto anche i vigili urbani nella sua battaglia per il rispetto delle regole anche se il sindaco di Ragusa è stato il primo a rompere l’accordo approvato in prefettura in tema di limitazione degli orari sull’apertura dei locali e sull’intrattenimento musicale per tutelare i commercianti di Marina di Ragusa. Ora quella posizione, criticata dai suoi colleghi sindaci, sembra ritorcersi contro lo stesso Dipasquale che reclama la stretta che prima ha rigettato.