Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1124
POZZALLO - 24/02/2010
Attualità - Pozzallo: alla luce dei danni causati dall’onda anomala

Dragaggio del porto di Pozzallo, vertice a Palermo

Un incontro voluto fortemente dal primo cittadino Sulsenti in quanto la situazione, a seguito soprattutto delle ultime mareggiate, nel corso di questi mesi, è peggiorata
Foto CorrierediRagusa.it

Accelerare l’iter per il bando di dragaggio per il porto di Pozzallo. E’ quanto hanno chiesto il sindaco, Peppe Sulsenti, l’assessore comunale con delega al porto, Carmelo Distefano e il presidente della Lega Navale, Luigi Tussellino al capo gabinetto della Prefettura di Ragusa, Massimo Signorelli (da dx nella foto con l´assessore Distefano), in un incontro svoltosi alla Capitaneria di Pozzallo.

Un incontro voluto fortemente dal primo cittadino in quanto la situazione, a seguito soprattutto delle ultime mareggiate, nel corso di questi mesi, è peggiorata. Un solo canale a fianco della banchina del molo turistico, profondo dodici metri e largo cinque, è, ad oggi, l’unico accesso per entrare ed uscire dal porto turistico. Se le condizioni meteo-marine dovessero ostruire maggiormente il canale con dell’altra sabbia, il comparto della pesca e del turismo, per i pontili, rischierebbe seriamente di compromettere il lavoro dei prossimi mesi.

"E noi dobbiamo evitare – dice Sulsenti – che ciò accada. Un primo stralcio dell’iter da seguire è stato abbozzato nel corso della riunione. Giorno 4 marzo, il sottoscritto, assieme all’assessore Distefano, si recherà a Palermo per accelerare le pratiche. Non possiamo più permetterci altri ritardi".

All’incontro, era presente anche il presidente della cooperativa dei pescatori «Il Sestante», Giorgio Iabichino. "Se chiedessero alla nostra associazione – dice – di contribuire finanziariamente affinché si liberi il porto dalla sabbia, non esiteremmo ad uscire fuori i soldi. Siamo pronti ad auto-tassarci, fin dove possiamo arrivare, per liberarci dalla sabbia. Sono, comunque, fiducioso sul fatto che la Regione Sicilia non esiterà sui problemi di un intero comparto, quello della pesca, continuamente vessato dalle intemperie del tempo. Ci sono di mezzo molte famiglie".

In attesa dei soldi per il dragaggio, l’amministrazione comunale, ieri mattina, ha formalizzato la richiesta di certificazione attestante le condizioni di rischio per l’approdo dei natanti al porto di Pozzallo.

Nel fare presente che a causa della notevole apertura del settore di traversia il porto commerciale e quello turistico sono soggetti a fenomeni di interrimento, il Comune chiede che sia attivata la procedura d’urgenza per la messa in sicurezza dell’intera struttura. "Ultimo importante adempimento – dice il sindaco Sulsenti – per avviare i lavori di cui al progetto già finanziato, la cui esecuzione rappresenta per la città e il territorio ibleo la chiave di volta per un rilancio immediato dell’economia e dell’occupazione".