Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1178
POZZALLO - 12/12/2009
Attualità - Pozzallo: per la rimozione "litigano" i vigili urbani di Modica e Pozzallo

La singolare storia del cartello stradale caduto

Il segnale stradale che si trova lungo la strada che da Pozzallo conduce a Marina di Modica, attiguo alla spiaggia di Maganuco
Foto CorrierediRagusa.it

Indicazioni stradali, toponomastica, cartelloni che, a volte, invece di aiutare a trovare il bandolo della matassa. contribuiscono a complicare la situazione. È il caso del segnale stradale che si trova lungo la strada che da Pozzallo conduce a Marina di Modica, attiguo alla spiaggia di Maganuco (nella foto).

Ebbene, quel cartello è stato, in passato, più volte segnalato ai vigili urbani di Modica in quanto coperto dalla folta vegetazione che ne impediva, soprattutto ai turisti, la visuale. Qualcuno direbbe, tanto rumore per nulla. Eppure quel segnale stradale ha fatto «litigare» due comandi di tenenza urbana, quello di Modica e di Pozzallo. E non per le canne, bensì per la rimozione ed eventuale sostituzione, causa rottura dello stesso. Il vento, difatti, nei giorni scorsi, ha letteralmente piegato il segnale stradale che, allo stato attuale, si trova infilzato da un bastone di ferro ed è, a tutti gli effetti, rischioso per l’incolumità di chi sfreccia sull’autostrada. A tutt´oggi, nè i vigili urbani di Modica, nè quelli di Pozzallo, hanno rimosso il cartello caduto.