Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1452
POZZALLO - 11/12/2009
Attualità - Ragusa: dopo i confortanti risultati conseguiti dalle forze dell’ordine

Ordine pubblico a Ibla: l´Ascom incontra il Prefetto

Anche i residenti hanno esposto il loro punto di vista sulla situazione

Ordine pubblico a Ibla, proficuo incontro questa mattina tra il presidente della sezione Ascom di Ragusa, Cesare Sorbo, accompagnato dal responsabile di sezione, Giuseppe Campo, e il prefetto di Ragusa, Francesca Cannizzo. Erano presenti anche il questore di Ragusa, il comandante provinciale dei Carabinieri e il comandante provinciale della Guardia di Finanza. L’Ascom, che aveva chiesto l’incontro, si è presentata con una folta delegazione.

C’era, infatti, Enzo Buscemi, vice presidente sezionale, nonché presidente dell’associazione orafi e gioiellieri, oltre che componente del direttivo nazionale della stessa associazione, il delegato per Ibla, Michele Di Lorenzo, accompagnato dai titolari di alcune attività commerciali che insistono nell’antico borgo, Elio Guastella e Marcello Iudice. Presente anche il sindaco di Ragusa, Nello Dipasquale. Il confronto è stato programmatico e produttivo.

«I rappresentanti delle forze dell’ordine – dice il presidente Sorbo – ci hanno garantito, ma su questo non avevamo dubbi, che stanno ponendo sotto la massima attenzione la delicata questione. I controlli saranno intensificati. Abbiamo assicurato che anche la nostra associazione di categoria cercherà di fare sino in fondo la propria parte. E’ emersa la volontà comune di risolvere il problema. Solo con la sinergia si potrà riuscire, tutti assieme, a venire fuori da questo momento non semplice. E’ chiaro che si tratta di vandalismo, di atti di inciviltà. E’ altresì evidente che Ibla continua ad essere una delle mete preferite dai visitatori e dai turisti. Il quartiere barocco non è affatto invivibile.

C’è bisogno di registrare alcune problematiche. E in questo senso stiamo lavorando. Ci conforta altresì che il sindaco abbia comunicato che si sta provvedendo a completare l’installazione della telesorveglianza. Abbiamo preso atto che, pure in questa direzione, si cerca di attivare degli opportuni deterrenti. Ringraziamo il prefetto Cannizzo per la disponibilità manifestata e la sollecitudine con cui ci ha incontrato.

Abbiamo registrato piena unanimità d’intenti per far sì che i problemi segnalati vengano risolti o contenuti. Da parte nostra ci sarà l’impegno per un incontro, in tempi rapidi, con gli esercenti del quartiere allo scopo di esaminare tutta la problematica e trovare delle soluzioni a supporto di quanto già fanno le autorità di controllo». A margine della riunione, considerata anche la presenza di Buscemi, è stato affrontato il nodo della commercializzazione dell’oro usato allo scopo di prevenire fenomeni di eventuali abusi.

Anche i residenti hanno incontrato il prefetto per esporre il loro punto di vista sugli ultimi avvenimenti a Ibla.