Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 666
POZZALLO - 11/12/2009
Attualità - Pozzallo: l’ex assesore chiede che venga ripristinato il suo gazebo

Commerciante protesta contro il sindaco Sulsenti

Da palazzo La Pira fanno sapere che vi è una delibera, adottata da diversi anni, dove, effettivamente, i proprietari di attività commerciali in piazza delle Rimembranze, quali bar e pizzerie, debbano tenere pedane e gazebo di legno solo per un determinato periodo dell’anno
Foto CorrierediRagusa.it

Un cartello messo di fronte alla vetrina della propria attività commerciale per chiedere che venga ripristinato il gazebo in legno che, da maggio ad ottobre, campeggia in piazza delle Rimembranze. Ha suscitato parecchio clamore l’operazione dell’ex assessore comunale al Turismo, Roberto Iozzia, proprietario del bar «Emperos», il quale contesta apertamente all’amministrazione comunale pozzallese che vi siano disparità fra le attività commerciali site in piazza delle Rimembranze e le altre, site in luoghi diversi.

"Io voglio lavorare! – ha detto Iozzia – Non capisco perché il gazebo in legno non posso tenerlo tutto l’anno, a differenza di altre attività commerciali che tengono pedane e gazebo per l’intero arco di dodici mesi". Iozzia contesta, inoltre, il fatto di aver chiesto un colloquio al sindaco Sulsenti per ovviare allo spiacevole inconveniente. Ad oggi, però, "nessuno – ha detto Iozzia - si è fatto vedere, neanche l’Ascom di Pozzallo, nonostante abbia sollecitato amministratori e politici locali al fine di trovare una soluzione per questa vicenda".

Da palazzo La Pira fanno sapere che vi è una delibera, adottata da diversi anni, dove, effettivamente, i proprietari di attività commerciali in piazza delle Rimembranze, quali bar e pizzerie, debbano tenere pedane e gazebo di legno solo per un determinato periodo dell’anno. "Nulla vieta, però – fanno sapere dal Municipio – che quella delibera possa essere rivista a vantaggio dei proprietari di locali. L’unica cosa da fare è aspettare i tempi tecnici per una rimodulazione della delibera in questione".