Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 797
POZZALLO - 01/12/2009
Attualità - La videosorveglianza come deterrente contro la microcriminalità

Da gennaio 2010 telecamere a Pozzallo, Scicli e Vittoria

Le telecamere saranno dotate di una moderna tecnologia in grado di leggere e identificare le targhe delle auto ed, inoltre, potranno ruotare fino a 270 gradi ove sarà consentito

Si dovrà aspettare il nuovo anno per vedere gli impianti di videosorveglianza per le vie della città di Pozzallo. Si fa ancora attendere, difatti, la notizia dei fondi erogati dal Ministero dell’Interno, utili per l’installazione di videocamere in città. Era prevista una risposta per metà novembre ma sembra slittare a gennaio la comunicazione ufficiale che vedrà l’arrivo di più di 30 telecamere da distribuire sia per il centro cittadino che per le zone periferiche.

Intanto, l’amministrazione comunale ha già predisposto un piano dove allocare le telecamere. Il centro cittadino sarà attenzionato maggiormente sia per le attività commerciali sia per l’affluenza di pedoni che transitano dal corso Vittorio Veneto e dalla piazza delle Rimembranze (ma non si esclude anche la possibilità che un buon numero di telecamere siano installate per il lungomare Pietrenere e per il lungomare Raganzino). Inoltre, massima allerta per gli edifici storici come palazzo Pandolfi o palazzo Musso, finanche le cinque chiese cittadine. «Top secret», invece, sui luoghi periferici della città di Pozzallo dove le telecamere saranno ubicate, anche se non è difficile pronosticare l’ubicazione di una telecamera in quei luoghi «a rischio» come, ad esempio, il quartiere «167» delle case popolari.

Fatto notevole, le telecamere saranno dotate di una moderna tecnologia in grado di leggere e identificare le targhe delle auto ed, inoltre, potranno ruotare fino a 270 gradi ove sarà consentito. Il sistema terrà in archivio (presso il Comando dei vigili urbani di Pozzallo, in via Torino) per un paio di giorni le immagini, salvo cancellarle nel caso in cui non sia avvenuto nulla di rilevante. A sorvegliare che tutto proceda per il verso giusto, alcuni vigili urbani, i quali, nei prossimi giorni, seguiranno un corso di addestramento per capire come funzionerà l’apparecchiatura di cui si doterà il Comune.

Anche a Vittoria e Scicli il nuovo anno porterà circa 80 telecamere per monitorare i centri storici, troppo spesso teatro di incendi dolosi di auto e cassonetti della spazzatura.