Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1554
POZZALLO - 25/11/2009
Attualità - Pozzallo: la visita del Vescovo della Diocesi di Noto nella cittadina marinara

Mons. Staglianò: "La politica ha fatto poco per i marinai"

"Si attivino al più presto e non perdano tempo i politici locali in chiacchiere sterili"
Foto CorrierediRagusa.it

Accolto festosamente dalla comunità parrocchiale della chiesa di San Paolo, il vescovo della diocesi di Noto, Mons. Antonio Staglianò, ha incontrato i fedeli di Pozzallo, a pochi giorni (il prossimo 7 dicembre, a Noto) dall’ordinazione di due giovani pozzallesi al presbiterato, Salvatore Bella e Michele Iacono.

Sua Eccellenza, Pozzallo si conferma terra di vocazioni?

"Pozzallo si è sempre confermata terra di vocazioni. L’anno 2009, poi, è stato foriero di ben tre giovani che hanno abbracciato in toto la Parola del Cristo, facendosi apostoli fra le gente della nostra comunità ecclesiale. Spero che questo terreno, che è la meravigliosa terra di Pozzallo, faccia germogliare nuove vocazioni. La Chiesa ne ha bisogno. Sempre".

Pozzallo, soprattutto in questi giorni, si scopre anche avvezza, purtroppo, ai piaceri della droga. Cosa può fare la Chiesa affinché non prevalga questa cultura della morte?

"La Chiesa, con i suoi insegnamenti, può fare molto. Ma l’invito maggiore lo rivolgo ai genitori di Pozzallo e della diocesi, affinché diano conforto ai propri figli nel momento del bisogno. Bisogna educare alla cultura della vita e, soprattutto, bisogna dare tanto amore ai propri figli, piuttosto che liquidarli con la semplice «paghetta». I soldi, tutto sommato, passano, i valori inculcati dai genitori restano".

Qualche giorno fa, a Pozzallo, si è avuto un incontro, presente don Giacomo Martino, per dare ai marittimi una sede della «Stella Maris». Qual è il suo pensiero a proposito.

"Non si offenderà nessuno se dico che la politica locale ha fatto ben poco per dare alla gente di mare una sede che dia ristoro a quanti sono lontani dalla propria famiglia. Si attivino al più presto e non perdano tempo i politici locali in chiacchiere sterili. L’accoglienza è la virtù evangelica che ha messo in contatto Gesù con tante persone. Non vedo perché questa meravigliosa terra debba sottrarsi a questa missione".

(Nella foto Mons. Antonio Staglianò negli studi di Radio Pozzallo 1)