Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 935
POZZALLO - 14/10/2009
Attualità - Pozzallo: nessun rispetto, neanche per i morti

I vandali notturni del cimitero comunale di Pozzallo

L’amministrazione comunale sta pensando anche di installare delle telecamere all’interno del camposanto

L’ultima frontiera del vandalismo pozzallese: saltare i muri della zona «nuova» del cimitero (l’area dove si stanno costruendo i nuovi loculi) in orario notturno, e aggirarsi fra le tombe, magari dopo aver perso una scommessa. Un’indiscrezione che, nei giorni scorsi, «girava» in città e che non avrebbe trovato conferma nelle parole dei vigili urbani ma che, stando alle rivelazioni di alcuni giovani, sembra essere la nuova «moda» per molti under 20.

Pare che il periodo preferito dai vandali sia stato quello agostano, quando, in mancanza di orari scolastici da rispettare per il giorno dopo, erano in diversi a «scommettere» di poter scavalcare il muro di cinta, nella zona adiacente lo svincolo per il quartiere dei «Boschi Pisana», al fine di pagare pegno per una scommessa persa. Orario «preferito» dai vandali pare fosse quello serale o, in alcuni casi, quello notturno, se la scommessa persa avesse avuto un peso specifico maggiore.

Non si spiegherebbe altrimenti la scala di legno che è stata ritrovata, qualche giorno fa, da alcuni lavoratori della ditta che ha in appalto i lavori all’interno del cimitero, nascosta in mezzo all’erba, nella zona retrostante del cimitero, lontana dalle nuove costruzioni. Furti? Nessuno, a detta dei vigili urbani di Pozzallo. La situazione pare sia stata (ed è tuttora) sotto controllo da parte delle forze dell’ordine. "Non ci risulta nessuna segnalazione – affermano i vigili urbani di Pozzallo – e nessuno, in questi mesi, è venuto a protestare per furti od altro. Se vi sono telecamere all’interno del cimitero? No, non vi è alcuna telecamera".

Le lamentele al custode, però, così come alle forze dell’ordine, sono «aumentate» con l’arrivo del periodo estivo. Bastava, difatti, fino a qualche settimana fa, fare un giro tra i vialetti del Camposanto per rendersi conto di quanto successo. Alcune cappelle sono state chiuse con catene, segno che qualcuno le ha visitate, danneggiandone la serratura. Altre cappelle hanno i marmi danneggiati o scheggiati. In alcuni casi, i fiori sono stati portati via, completi di vaso. Casi che, è bene ricordare, non necessariamente possono essere collegati con i «blitz» notturni dei vandali ma che lasciano diversi dubbi sulla matrice delle azioni vandaliche. L’amministrazione comunale sta pensando anche di installare delle telecamere all’interno del camposanto, per prevenire nuove azioni vandaliche.