Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 372
POZZALLO - 12/09/2009
Attualità - Pozzallo: previsto un approdo per i pescherecci

Pozzallo: i problemi del porto al centro di un incontro

I pescatori hanno chiesto di poter lavorare in sicurezza, soprattutto nelle operazioni di sbarco del pesce

Un approdo per i pescherecci, all’interno del porto, che sia a norma di sicurezza. È stato il punto primario trattato durante l’incontro, svoltosi nei locali della Capitaneria di porto di Pozzallo, fra il sindaco Peppe Sulsenti, l’assessore con delega al Porto Carmelo Distefano, il presidente dell’associazione «Il Sestante» Giorgio Iabichino, i responsabili dell’ufficio Genio Civile di Ragusa e il neo-comandante della struttura portuale pozzallese Ennio Garro.

I pescatori, durante l’incontro, hanno chiesto di poter lavorare in sicurezza, soprattutto nelle operazioni di sbarco del pesce che, ad oggi, avvengono con i pescherecci ancorati alla boa, con il conseguente rischio di incidenti e cadute in mare, specialmente con il maltempo. Per scongiurare tali situazioni di pericolo, i pescatori hanno chiesto al comandante Garro che la Capitaneria si attivi per uno spazio in banchina al fine di poter ormeggiare tranquillamente ed operare in completa sicurezza.

Garro, in primis, ha ipotizzato un punto di attracco presso il porto grande, in prossimità del pennello di sottoflutto, con un pontile galleggiante, subito dopo l’altro pontile riservato alla distribuzione di carburante. Decisione che ha trovato il consenso pieno in tutti gli interlocutori presenti.

Altro punto toccato, è stato l’insabbiamento del porto piccolo, che limita il transito sia della nautica da diporto che dei pescatori. Il sindaco Sulsenti ha rassicurato Garro di seguire personalmente l’iter per la realizzazione del pennello di sottoflutto, l’unico strumento che permetterà una rapida soluzione al problema dell’insabbiamento, per i prossimi anni. Si è parlato anche di rendere transitabile l’attuale canale d’ingresso per il porto piccolo, con un’operazione di dragaggio da effettuarsi con una pompa «Sorbona».

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore per l’avvenuto incontro. "Si chiude definitivamente – dice Distefano - un problema che attanaglia, da molti anni, i pescatori del posto. Ringrazio il comandante Garro per la disponibilità dimostrata: i primi «contatti» fra la nostra amministrazione e il comandante sono tutti improntati al pieno ottimismo. Interloquiamo con un comandante con il quale porteremo a compimento diversi progetti".