Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 783
POZZALLO - 05/09/2009
Attualità - Pozzallo: la cerimonia di cessione ed assunzione del comando

Capitaneria, passaggio di consegne tra Donato e Garro

Parole di riconoscimento dell’ammiraglio anche per il comandante in seconda Michele Maltese, anche lui come Donato, in partenza dalla Guardia Costiera di Pozzallo
Foto CorrierediRagusa.it

Dopo due anni di servizio, il Comandante di Fregata, Antonio Donato, ha lasciato il comando della Capitaneria di porto di Pozzallo. Ha preso il suo posto il pari grado, il siracusano Ennio Garro. Durante la sobria cerimonia, Donato è stato attorniato non solo dagli ufficiali e dai sottoufficiali della Guardia Costiera di Pozzallo, ma anche dalle personalità politiche, civili e religiose della provincia di Ragusa. Presenti al passaggio di consegne, difatti, oltre al presidente della Provincia, Franco Antoci, i sindaci di Pozzallo, Peppe Sulsenti, di Scicli, Giovanni Venticinque, di Ragusa, Nello Dipasquale, il vicesindaco di Ispica, Gianni Tringali, le autorità militari, tutti a voler tributare il giusto riconoscimento ad un uomo che ha retto la Capitaneria di porto di Pozzallo, a detta dei presenti stamani al porto, in maniera egregia.

A testimonianza del lavoro svolto da Donato, dopo che il picchetto armato ha reso gli onori militari, le parole di encomio dell’ammiraglio Domenico De Michele, attuale direttore marittimo Sicilia orientale e primo comandante della Capitaneria di porto di Milazzo, hanno tracciato il solco dell’impegno profuso dal comandante in prima. "Ha saputo – ha detto l’ammiraglio De Michele – elevare questa capitaneria a struttura di livello. La Capitaneria di Pozzallo è riconosciuta quale esempio da seguire per molte altre simili strutture e merito ed onore di questo va ascritto al comandante Donato, il quale ha messo in campo impegno e dedizione come non mai. Il Comandante Donato – ha concluso De Michele – ha doti umane e professionali che assai di rado riesco a scorgere fra chi lavora negli uffici delle varie capitanerie, in Italia".

Parole di riconoscimento dell’ammiraglio anche per il comandante in seconda Michele Maltese, anche lui come Donato, in partenza dalla Guardia Costiera di Pozzallo. "Una «colonna» – ha detto De Michele riferendosi a Maltese – che per cinque anni ha sacrificato molto affinché nulla fosse lasciato al caso".

Donato e Maltese, da ieri, quindi, rappresentano il passato della Capitaneria di porto di Pozzallo. Il nuovo comandante della struttura portuale è Ennio Garro. "Devo – ha esordito Garro – continuare l’opera che Donato e Maltese hanno intrapreso con indefessa laboriosità. Parlano i numeri a favore del comandante in prima e in seconda. Numeri che evidenziano quali sforzi siano stati compiuti da chi svolge il proprio lavoro con ammirevole abnegazione. Sono felice ed onorato di essere a Pozzallo. So che il Comandante Donato è stato, ed è, un Comandante molto amato – ha proseguito il comandante in pectore - sia dai suoi uomini che dalla gente di mare. Nei prossimi anni che io sarò in questa città, ci sarà continuità nel comando".

Ennio Garro, 44 anni, nato l’11 novembre del 1964 ad Augusta ma residente a Siracusa, laureato in giurisprudenza, 7 anni come capo servizio per la sicurezza della struttura portuale di Siracusa prima di essere nominato Comandante di Fregata il 1. gennaio 2006, da lunedì prenderà contezza della situazione che vige all’interno della struttura portuale, con la prima riunione assieme ad ufficiali e sottoufficiali.

Particolare curioso, ieri pomeriggio, durante il primo giro di ricognizione di Garro negli uffici della Capitaneria. Informato sulle condizioni di un diportista in avaria, a poche miglia dalla costa, il nuovo Capitano ha subito preso in mano la situazione, coordinando le operazioni di salvataggio del natante, assieme ai militari della Guardia Costiera in servizio. Dopo qualche minuto, situazione sotto controllo, col natante che faceva ritorno all’interno del porto di Pozzallo, trainato a riva da una motovedetta della Capitaneria. A tutti gli effetti, il primo «lavoro» di una lunga serie per il Capitano Ennio Garro.

Il tenente di vascello, Maurizio Scrima, infine, è stato designato, sempre nella giornata di ieri, nuovo Comandante in seconda della struttura portuale pozzallese.

L´INTERVISTA AD ANTONIO DONATO: "LASCIO UNA CAPITANERIA EFFICIENTE"
Due settembre 2007, quattro settembre 2009. Dopo due anni e due giorni, il Comandante di Fregata Antonio Donato lascia la Capitaneria di Porto. Un biennio caratterizzato dagli ottimi risultati ottenuti per traffici commerciali in arrivo e per i tanti soccorsi in mare che Donato ha coordinato assieme ai militari della Guardia Costiera. Oggi, il passaggio di consegne con il nuovo comandante di Fregata, Ennio Garro.

Comandante Donato, due anni volati via…
"Sono i «rischi» del mio mestiere. Hai appena il tempo di apprezzare la gente e i luoghi che devi spostarti in un altro posto. Davvero, sono volati via questi due anni e confesso che sarei rimasto ancora per un terzo, così come ha fatto il mio predecessore, Galioto, ma lascio la Capitaneria ad un uomo di indubbio valore quale il Comandante Garro, il quale saprà dirigere nel migliore dei modi questa struttura".

Che ricordo porta via con sé di Pozzallo, dei pozzallesi e di tutta la gente iblea?
"A questa domanda, rispondo con due aggettivi. Ospitali e laboriosi. Non ho mai trovato una porta chiusa quando ho avuto un dubbio o una richiesta da formulare, segno di profondo e ricambiato rispetto per chi si dedica ogni giorno allo sviluppo di questa provincia. Una provincia «attiva» che accresce il proprio valore anche grazie alla struttura portuale, capace di veicolare merci e di raggiungere obiettivi mai visti in Provincia. Il porto di Pozzallo, fra pochi anni, diventerà davvero l’ombelico dei traffici del Mediterraneo".

Intanto, però, si dovranno risolvere alcuni problemi quali la realizzazione di un «pennello a mare», il dragaggio…
"Ho letto che il presidente Lombardo prenderà «in mano» la situazione al fine di risolvere tutti i problemi della struttura. Mi auguro, ma non ho dubbi su questo, che il Governatore, in tempi celeri, passi dalle parole ai fatti. Non ho mai fatto mistero che questa struttura, per la posizione geografica e per tanti altri fattori, potrebbe rappresentare, dal punto di vista commerciale, l’unico punto d’incontro fra la Provincia e il mondo intero".

Che Capitaneria lascia e a chi deve dire grazie il comandante Donato?
"Lascio una Capitaneria impegnata fattivamente e che non ha mai lesinato impegno e fatica. Basti pensare al flusso migratorio che, nel 2007 e nel 2008, ha visto questa struttura balzare agli onori della cronaca per la dedizione al lavoro dei miei uomini. A chi devo dire grazie? A tutti, nessuno escluso. Se faccio qualche nome, dimentico qualcuno, sicuramente. Ma è un grazie sentito, di cuore".

Una capitaneria che ha lavorato molto anche per le tematiche ambientali.
"Indubbiamente. Questo lembo di terra, sia per la vocazione turistica innata sia per la sconfinata bellezza dei luoghi, non dovrà mai conoscere inciviltà e cemento, che sono due fra le principali componenti di distruzione dell’ecosistema. In questi due anni, abbiamo puntato particolarmente sulla salvaguardia delle coste, ma anche del sistema marino. Il sequestro della «Vega Oil», poi, è un risultato prestigioso conseguito dalla Capitaneria che attribuisco pienamente al lavoro dei militari della Guardia Costiera. Quando si discute di ambiente, sono intransigente. Potevo sorvolare, magari, su altro, ma le tematiche ambientali sono state sempre un mio «cruccio»".

Adesso, Lei cosa farà?
"Andrò a Palermo per seguire un corso all’Istituto superiore di Stato Maggiore interforze. Ritornerò spesso a Pozzallo. Saranno anche passati solo due anni ma, lo ammetto, mi è impossibile dimenticare questa gente e questi luoghi".

Oggi si è svolta la cerimonia di cessione ed assunzione del Comando della Capitaneria alla presenza delle autorità politiche e civili della provincia di Ragusa e degli otto gonfaloni dei Comuni iblei che hanno attinenza col mare.

Sotto la foto del nuovo comandante di fregata della capitaneria di porto di Pozzallo Ennio Garro. Cliccateci sopra per ingrandirla.

Il nuovo comandante di fregata della capitaneria di porto di Pozzallo Ennio Garro