Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 175
POZZALLO - 25/08/2009
Attualità - Pozzallo: commossa messa di commiato per il prete nigeriano

Pozzallo saluta don Etuk, che ritorna in Nigeria

"Mi aspetta una missione di evangelizzazione fra la gente più povera del mio paese e un lavoro da insegnante nel seminario della capitale Abuja"
Foto CorrierediRagusa.it

Messa di commiato, lunedì pomeriggio, prima di tornare in patria per don Patrick Etuk, il prete nigeriano di 34 anni, che, da 18 mesi, è co-parroco, a tutti gli effetti, della chiesa madre Madonna del Rosario, a Pozzallo. Un arrivederci commosso (don Patrick ha promesso, comunque, di ritornare la prossima estate, a Pozzallo) per il giovane prete che, con la sua schiettezza e l’amore per la Parola di Dio, ha conquistato il cuore di molti fedeli pozzallesi. Un arrivederci celebrato in una chiesa gremita di fedeli, qualcuno anche con le lacrime agli occhi, segno dell’attaccamento della comunità ecclesiale nei confronti del prete nigeriano.

"Vado via – ha detto don Patrick Etuk – e faccio ritorno in Nigeria dove mi aspetta una missione di evangelizzazione fra la gente più povera del mio paese e un lavoro da insegnante nel seminario della capitale nigeriana, Abuja. Ringrazio dell’affetto la comunità di Pozzallo, la quale mi ha letteralmente adottato per questi 18 mesi. Un messaggio che voglio dare alla comunità della chiesa madre? Vi porterò sempre nel mio cuore. È stata un’esperienza, quella vissuta a Pozzallo, che mai dimenticherò".

Dispiaciuto della partenza di don Patrick anche don Vincenzo Rosana, il parroco della chiesa Madonna del Rosario, il quale, oltre all’amicizia che lega i due giovani preti, «perde» un uomo stimato dall’intera comunità ecclesiale. "Oggi va via un amico – ha detto don Rosana – Lo aspetta un compito delicato per quello che deve fare in Africa ma don Patrick sa benissimo che le porte della nostra comunità ecclesiale saranno sempre aperte".

(Nella foto don Vincenzo Rosana e don Patrick Etuk)