Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1148
POZZALLO - 20/08/2009
Attualità - Pozzallo: singolare iniziativa per garantire sicurezza ai cittadini

Pozzallo: assessori e consiglieri "vigilantes"

E’ quanto asserito dall’amministratore Carmelo Distefano dopo il civico consesso di mercoledì sera, nel corso del quale sono stati esitati solo due punti

Saranno gli assessori e i consiglieri comunali a sorvegliare le vie cittadine della città. E’ quanto asserito dall’assessore comunale Carmelo Distefano dopo il civico consesso di mercoledì sera, nel corso del quale sono stati esitati solo due punti. Si è discusso, difatti, di sicurezza, in aula consiliare, in un periodo dove gli atti vandalici, purtroppo, macchiano la tranquillità di Pozzallo.

È stato, difatti, il consigliere di Pozzallo Giovane, Marco Sudano, ad interpellare l’amministrazione comunale sui recenti fatti di vandalismo che hanno interessato la città. Sia il vicesindaco Attilio Sigona, sia l’assessore comunale Carmelo Distefano, hanno tranquillizzato l’esponente della minoranza in consiglio, asserendo che, a breve, sarà funzionante il sistema di video-sorveglianza con circa 40 telecamere piazzate nei punti nevralgici della città, al fine di far decrescere gli atti vandalici di cui si rendono protagonisti molti minorenni. È allo studio, inoltre, un piano per la vigilanza volontaria, formato dai volontari della Protezione Civile, dalle ore 1 di notte fino alle 5, oltre alla presenza di qualche politico pozzallese.

"Saremo noi, esponenti politici di Pozzallo – asserisce l’assessore Distefano – a dare il buon esempio ai cittadini, fornendo la vigilanza notturna proprio per garantire serene vacanze a chi ha scelto la nostra cittadina. La maggioranza è d’accordo su questa scelta. Spero che qualche componente della minoranza accetti di condividere e venga con noi a sorvegliare la città. Sarebbe il segnale che, oltre alle parole, la minoranza fa anche i fatti".

La ristrutturazione per la scuola materna Raganzino (180 mila euro prelevati grazie ad un mutuo acceso con la Cassa Depositi e Prestiti) e la creazione di un punto di lavorazione del pescato e degli scarti con adeguate celle frigorifere, nel lato est del porto piccolo (per un importo che si aggira sui 600 mila euro) hanno completato il quadro dei punti all’ordine del giorno, prima dello scioglimento per mancanza di numero legale. La contrazione dei mutui ha comportato una modifica al piano triennale delle opere pubbliche.

Erano in programma, altresì, alcune varianti al Piano Regolatore della città, le quali, assicurano da palazzo La Pira, saranno dibattute nel corso del prossimo consiglio comunale. A far mancare il numero legale, nel corso della seduta, sono stati i consiglieri di Idea di Centro, usciti anzitempo dall’aula consiliare.