Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 636
POZZALLO - 19/08/2009
Attualità - Pozzallo: cifre in rialzo per i primi giorni di agosto

Turismo a gonfie vele, parola dell´assessore Candiano

La cittadina marinara è davvero quella «Rimini del sud» tanto decantata dalla passata amministrazione targata Ammatuna ed anche da quella attuale del sindaco Sulsenti
Foto CorrierediRagusa.it

Presenze turistiche in rialzo per i primi giorni di agosto ed, in previsione, anche per la fine del mese e per i primi di settembre. Sono numeri più che soddisfacenti quelli che il neoassessore al turismo Salvatore Candiano (nella foto), ha in mano, dopo una prima verifica sulle presenze turistiche effettuata dall’ufficio turistico del Comune di Pozzallo. "Le due spiagge di Pietrenere e di Raganzino occupate all’inverosimile, presenze record di turisti in città, pochissime lamentele subito rientrate grazie all’efficienza di vigili urbani e forze dell’ordine. Pozzallo rappresenta il «top» fra i dodici comuni dell’area iblea. Senza alcuna presunzione, posso dire che la nostra città è la vera «regina» dell’estate iblea".

Numeri, quelli snocciolati da Candiano, che danno l’idea di come Pozzallo sia davvero quella «Rimini del sud» tanto decantata dalla passata amministrazione targata Ammatuna ed anche da quella attuale del sindaco Sulsenti. La voce che maggiormente rispecchia il boom di presenze turistiche in città è quella relativa alla ristorazione. "Non si riesce davvero a trovare un tavolo – dichiara Candiano – per mangiare la sera. La tradizione culinaria iblea è stata sapientemente rivalutata dai rinomati ristoratori che vi sono a Pozzallo. Il turismo passa non solo dalle spiagge pulite ma anche da una «sinergia gastronomica» che, il più delle volte, rappresenta la punta di diamante dell’offerta turistica".

Ma il fenomeno che, quest’anno, a Pozzallo sta sorprendendo tutti è quello delle case in affitto. A Raganzino così come a Pietrenere non si trova un alloggio neppure a pagarlo a peso d’oro. Addirittura, con l’affitto settimanale di piccoli residence, si può arrivare a pagare anche 350 o 400 euro per quattro o cinque giorni. Riscontri positivi anche per bed and breakfast, assai graditi, in particolar modo, dai turisti stranieri.

"La presenza di questi vacanzieri nelle strutture ricettive – conclude Candiano – è riscontrabile dai dati ufficiali che, a giorni, saranno disponibili presso l’ufficio turistico di via Bellini, mentre quella delle case in affitto non è riscontrabile nelle statistiche. I numeri, però, sono dalla nostra parte, segno che si sta lavorando bene e tanto per la riuscita di questa stagione estiva 2009. Presenze in rialzo anche grazie alla «Bandiera Blu»? Indubbiamente. Se anche quest’anno siamo riusciti ad ottenere numeri mai visti in passato, è merito di questa amministrazione che punta fortemente ad un turismo di qualità che molti ci invidiano".