Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 742
POZZALLO - 06/08/2009
Attualità - Pozzallo: soddisfazione generale per lo sblocco dell’annosa vicenda

Sarà bandita la gara d’appalto per la stazione passeggeri

Ammatuna: "Se vi sarà una tassa per coloro che si imbarcheranno per l’isola di Malta, e in un prossimo futuro anche per l’Africa, i soldi dovranno essere incamerati dal comune"

Fumata bianca per la stazione passeggeri di Pozzallo, ubicata all’interno del porto della città marittima. È stata individuata, difatti, la procedura che consentirà alla provincia di Ragusa di bandire la gara d’appalto per la stazione passeggeri. A tale risultato si è arrivati dopo la riunione che si è tenuta, ieri mattina, a Palermo, presso la sede dell’assessorato Territorio e Ambiente, dove hanno discusso la questione l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Mario Milone, il dirigente generale del Dipartimento regionale territorio, Rossana Interlandi, il presidente della provincia di Ragusa, Franco Antoci, l’assessore provinciale Giuseppe Gianpiccolo, il comandante della Capitaneria di Porto di Pozzallo, Antonio Donato ed il sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti, oltre ad alcuni deputati regionali quali Innocenzo Leontini, Riccardo Minardo e Orazio Ragusa.

Il percorso che si è ritenuto più utile allo sblocco dei 1,6 milioni di euro, già stanziati dalla Regione, ma, in sostanza, bloccati dalle solite pastoie burocratiche, è stato individuato nella presentazione di un progetto che la Provincia di Ragusa invierà alla Regione sulla base dell’articolo 7 della legge regionale 65/81 che consente, per opere considerate di rilevante interesse pubblico, di andare in deroga alle normative vigenti. Solo dopo, l’assessorato regionale potrà «rispedire» il progetto sia alla Provincia che al Comune, i quali avranno 30 giorni di tempo per approvarlo in via definitiva. È bene ricordare, comunque, che il progetto entrerà in vigore, dopo 30 giorni, anche senza l’approvazione di Provincia e Comune, perché non vincolante ai due enti. Il progetto della stazione passeggeri di Pozzallo prevede anche la realizzazione di una serie di attività commerciali per ottimizzare i servizi ai passeggeri.

Altro tema importante discusso è quello della tassa di imbarco per i passeggeri. Su proposta del deputato del Pd Roberto Ammatuna, se vi sarà una tassa per coloro che si imbarcheranno per l’isola di Malta (in un prossimo futuro anche per l’Africa), i soldi dovranno essere incamerati dal comune di Pozzallo "non fosse altro – ha detto Ammatuna durante l’incontro – per le spese che il comune di Pozzallo ha sostenuto in tutti questi anni".

Entusiasta il commento dell’assessore Milone, il quale chiede collaborazione istituzionale a tutti gli enti preposti alla realizzazione della struttura. "Abbiamo concluso – ha sottolineato l’assessore Milone- un incontro che definirei molto produttivo individuando insieme, un percorso che possa portare alla realizzazione della struttura importantissima non solo per il Comune di Pozzallo ma per l’intero bacino della Provincia di Ragusa. L’importanza dell’opera – ha concluso Milone - è evidente considerata la mancanza di strutture idonee ad ospitare il traffico passeggeri, che nel corso degli ultimi anni si è moltiplicato anche e soprattutto per il nuovo collegamento tra Pozzallo e Malta".

"Adesso, non ci sono più scuse – afferma il sindaco di Pozzallo – La stazione passeggeri di Pozzallo diverrà realtà grazie all’impegno di tutti. Si è concordato un percorso comune e spero che tutti i protagonisti di questa vicenda si attengano fedelmente alle dichiarazioni formulate nel corso dell’incontro. Sulla tassa dell’imbarco, proporrò che sia estesa non solo ai passeggeri ma anche a tutti i traffici commerciali che vi sono quotidianamente all’interno del porto. Il comune di Pozzallo è già pronto per questa nuova sfida".