Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 794
POZZALLO - 27/07/2009
Attualità - Pozzallo: i festeggiamenti nella storica sede di via Tevere

120 anni di fondazione della Società di mutuo soccorso

La manifestazione è stata anche il modo per ricordare il fecondo gemellaggio con la Società dei Cittadini Pozzallesi d’America
Foto CorrierediRagusa.it

Si sono svolti nella storica sede di via Tevere a Pozzallo i festeggiamenti in occasione dei 120 anni di fondazione della Società di mutuo soccorso «Vincenzo Romeo» di Pozzallo.

Prima realtà associativa del comune rivierasco, prima società di mutuo soccorso, fin dai primi anni della sua fondazione, la società operaia nasce con l’intento di riunire i calzolai, i muri-fabbri, i sarti, i falegnami ed in seguito anche gli impiegati, allo scopo di affrontare, con lo spirito di aggregazione che la contraddistingue, le difficoltà morali ed economiche condivise che, in assenza di un adeguato sostegno pubblico, divenivano per i cittadini ostacoli insormontabili.

Oltre al ricordo dei tanti soci e presidenti che negli anni hanno reso importante e duratura l’attività del sodalizio, la manifestazione è stata anche il modo per ricordare il fecondo gemellaggio con la Società dei Cittadini Pozzallesi d’America, grazie anche alla presenza della socia Tina Barrera, consigliere della suddetta.

Nel segno della capacità di rinnovarsi che caratterizza l’attività del sodalizio, vanno senz’altro citate le borse di studio che annualmente vengono assegnate ai figli più meritevoli dei soci, l’iscrizione gratuita dei giovani fino ai 20 anni e l’esigenza di far emergere la figura femminile, spesso poco valutata, all’interno della società.

«L’inserimento a pieno titolo delle donne è un aspetto centrale per la mia amministrazione- ha affermato il Presidente Giovanni Morana- la mancanza di una donna tra i membri del direttivo ci ha spinti ad assegnare alla dottoressa Carmela Pitino, il coordinamento delle tante socie donne a cui spettano i medesimi diritti e i medesimi riconoscimenti che finora sono stati ad esclusivo appannaggio degli uomini. A questo scopo abbiamo pensato di apportare delle significative modifiche che possano garantire il pieno coinvolgimento anche dell’altra metà del nostro cielo».