Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 981
POZZALLO - 23/06/2009
Attualità - Pozzallo: oggi il clou dei festeggiamenti

Pozzallo celebra il co-patrono San Giovanni Battista

Intanto, dopo tanti anni, la statua di san Giovanni Battista non riesce ad «imbarcarsi» nel corso della «processione del mare» di domenica a causa del forte vento

Entrano nel vivo i festeggiamenti per il santo co-patrono della città di Pozzallo, San Giovanni Battista, che sarà festeggiato dalla comunità ecclesiale di Pozzallo nella giornata odierna. Dopo una settimana di preparazione, infatti, i tanti fedeli del Santo, precursore di Cristo, si raduneranno presso la chiesa omonima per festeggiare la santa solennità.

Ecco il programma per oggi. Ore 10, Concelebrazione Eucaristica con la partecipazione delle autorità e dei sodalizi della città. Ore 19, Eucaristia della solennità. Ore 20, vendita dei doni all’asta. Ore 21, processione per le vie cittadine quali San Giovanni, Solferino, Saffi, Sigona, Aristodemo, Napoli, Enna, Marconi, Trento, Torino, Mazzini, piazza Mercato, Agricola, Ciceruacchio, S. Elia, piazza San Pietro (dove sosterà per qualche minuto di fronte alla Chiesa Madre Madonna del Rosario), Vito Giardina, Garibaldi, Dante, piazza Garibaldi, piazza delle Rimembranze, piazza Cesare Battisti, una sosta presso la chiesa Santa Maria di Portosalvo, piazza Madonnina, piazza delle Rimembranze, corso Vittorio Veneto, Dogali, Enrico Giunta (ove si assisterà ad uno spettacolo di fuochi d’artificio), San Giovanni e rientro in chiesa intorno alla mezzanotte.

Intanto, dopo tanti anni, la statua di san Giovanni Battista non riesce ad «imbarcarsi» nel corso della «processione del mare» di domenica scorsa. A nulla sono valsi i tentativi di far salire la statua su una motovedetta. Il forte vento che spirava nel pomeriggio di domenica ha scoraggiato i militari della Capitaneria di porto di Pozzallo, i quali hanno posto il veto sulla traversata in acqua. Al Santo e ai suoi fedeli (alcuni dei quali hanno vivacemente protestato coi militari della Capitaneria), dopo diversi minuti d’attesa, non è rimasto altro che ritornare indietro.