Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 345
POZZALLO - 22/06/2009
Attualità - Pozzallo: nostra intervista al sindaco

Pozzallo: polemiche per la villa, Sulsenti non torna indietro

Il sito, riaperto da poco, è stato affidato alla gestione dei privati. Non tutto è andato per il verso giusto

Dalla scelta di affidarla a privati, alle voci di un ticket d’ingresso, fino all’inaugurazione del 30 maggio scorso. La villa comunale di Pozzallo ha riaperto i cancelli al pubblico ma le polemiche sembrano non cessare. Ne abbiamo parlato col sindaco Peppe Sulsenti, allo scopo di far luce sui motivi che hanno spinto l’amministrazione alla cessione privata, sui lavori futuri che la riguarderanno e sul ruolo che la struttura avrà per la nuova stagione estiva.

-Quali sono i vantaggi del comune e dei cittadini della gestione privata della villa comunale?

Dopo circa quindici anni di abbandono e di vane discussioni, la villa comunale è ritornata ad essere la cintura verde di Pozzallo. Solo l’anno scorso l’amministrazione aveva investito 30mila euro per delle bonifiche, spazzate via da vandali e teppisti che solo qualche giorno dopo avevano già reso vani i nostri miglioramenti. La nuova gestione riconsegna a Pozzallo un luogo sicuro in cui poter passeggiare e portare i propri figli senza dimenticare la possibilità di occupazione che offre ai giovani pozzallesi.

-Alcuni vedono in questa scelta, che già l’anno scorso aveva riguardato il Bambinopoli Raganzino,una sconfitta dell’attuale amministrazione, in quanto incapace di gestire da se degli spazi pubblici. Come risponde?

Non è la prima volta che il binomio amministrazione comunale–privati viene applicata a Pozzallo. Accade per il mattatoio, per la piscina, per i campi da tennis e accadrà anche in alti casi in futuro, laddove la pubblica amministrazione non potrà arrivare economicamente. La nostra più grande soddisfazione è stata l’aver ottenuto il plauso anche dei comuni limitrofi e la certezza che molti imprenditori guardano a Pozzallo come luogo dove poter investire.

-Sembra che ancora altre modifiche debbano essere apportate. Quali i tempi ?

La Blue Hevean ha investito circa 300mila euro riportando la villa all’antico splendore. I lavori futuri riguarderanno la fontana, il prato inglese e la sostituzione del vecchio muro di cinta. Tutti lavori che riguarderanno il futuro e che per motivi logistici non potranno essere realizzati nell’immediato.

-Quale sarà il ruolo della Villa comunale per l’estate 2009? E se vi saranno degli eventi, saranno aperti al pubblico o no?

Sono circa una decina gli eventi che, per contratto, verranno curati dal gestore privato. Tra questi anche una festa a scopo di beneficenza. Per nessuna ci sarà un biglietto d’ingresso, salvo ovviamente che per l’acquisto di bevande al suo interno.

-Proprio la mancata licenza per la somministrazione di alcolici, ha procurato la chiusura per qualche giorno del bar della villa.

L’amministrazione non è assolutamente responsabile dell’accaduto, in quanto l’attività commerciale al suo interno è curata interamente dal gestore privato.