Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 941
POZZALLO - 13/06/2009
Attualità - Pozzallo: Ici, Tarsu e canone acqua non subiranno aumenti

Pozzallo: bilancio ´09 approvato dal consiglio comunale

La votazione, avvenuta venerdì sera, è passata grazie ai voti della maggioranza

Approvato il bilancio di previsione 2009 per il comune di Pozzallo. La votazione, avvenuta venerdì sera, è passata grazie ai voti della maggioranza che votato compatta (Mpa e Idea di Centro per un totale di 13 voti) lo strumento finanziario.

Due gli astenuti, Emiliano Ciacera Macauda e Antonio Zocco Pisana del Pdl area Innocenzo Leontini, quattro i voti contrari (Davide Casella, Alessandro Maiolino, Pino Asta e Marco Sudano). La seduta segue quella interrotta lo scorso 30 maggio, quando una modifica sul prezzario per un bene confiscato alla mafia da destinare a nuova casa di accoglienza per i tossicodipendenti bloccò i lavori in aula, procrastinando l’approvazione dello strumento finanziario nella serata di venerdì.

Ici, Tarsu e canone acqua, dunque, non subiranno aumenti, alla luce di quanto riferito nella seduta del 30 maggio e ribadito l’altra sera dall’assessore al bilancio, Attilio Sigona. L’unica «lotta» che il comune si intesterà riguarda l’evasione dell’Ici sulle aree fabbricabili degli anni passati. L’attuale amministrazione, infatti, ha intenzione di recuperare le somme pregresse senza far pagare alcuna mora, concordando il pagamento grazie ad una perizia presentata dallo stesso contribuente.

"Stiamo ancora pagando – dichiara il vicepresidente del consiglio Francesco Viva – gli ammanchi che la precedente amministrazione ci ha lasciato in eredità, la strada è ancora in salita ma stiamo facendo di tutto per ripianare il debito che abbiamo trovato".

L’opposizione, per bocca del consigliere Alessandro Maiolino (Sinistra e Libertà), parla di "stangata – ha detto - per i cittadini con ben due milioni e ottocento mila euro di recupero ICI inseriti in una sola annualità, aumento dell’IRPEF e dei costi dei servizi come l’asilo nido e le rette scolastiche". Maiolino lamenta, inoltre, la mancata corresponsione di tre mila euro da destinare all’associazione «Libera, associazioni, nomi e numeri contro la mafia» (concordata in una precedente seduta consiliare fra Maiolino e l’amministrazione comunale), "fondi – ha detto in aula Maiolino - di cui non vi è traccia in questo bilancio".