Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 922
POZZALLO - 22/04/2009
Attualità - Pozzallo: l’istituto è stato accreditato dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture

Pozzallo: al Nautico parte un corso per allievo ufficiale

Parecchi i giovani disoccupati o sotto occupati che intravedono nella riconversione del loro titolo di studio la possibilità di poter pervenire ad un lavoro stabile e ben remunerato

L’ istituto tecnico nautico di Pozzallo «G. La Pira» è stato accreditato dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture al fine di realizzare un corso di allineamento per l’acquisizione del titolo di allievo ufficiale di coperta o allievo ufficiale di macchina. Il corso di allineamento prevede una durata di 500 ore grazie al quale è possibile «riconvertire» un qualunque diploma di scuola secondaria di secondo grado (diploma tecnico, diploma di Liceo, diploma della Ragioneria, ecc.) in un titolo equipollente con il diploma dell’istituto tecnico nautico. Moltissimi i giovani disoccupati o sotto occupati che intravedono nella riconversione del loro titolo di studio la possibilità di poter pervenire ad un lavoro stabile e ben remunerato.

"L’economia regionale e nazionale – dichiara Antonio Lubello, docente dell’istituto nautico pozzallese - registra fasi di crescita contenuta se non addirittura nulla mentre il sistema delle attività marittime continua, viceversa, a seguire un percorso che potrebbe essere definito «anticiclico» pervenendo ad apprezzabili livelli occupazionali".

Le materie previste sono navigazione, struttura della nave, macchine, matematica ed inglese. L’ articolazione del corso sarà flessibile e quindi adattabile alle conoscenze pregresse di ciascun allievo al fine di consentigli una proficua partecipazione finalizzata all’acquisizione del titolo. Gli esami a fine corso saranno sostenuti presso lo stesso Istituto a cura di una commissione presieduta dal dirigente scolastico e dai componenti nominati dal «Cts», comitato tecnico scientifico integrato da un rappresentante del Ministero dei Trasporti.

Per poter accedere al corso bisognerà essere in possesso di un diploma di un qualunque istituto di istruzione secondaria di secondo grado, svolgere un colloquio informativo ed essere disponibili a seguire le lezioni. Sono ammesse assenze fino ad un massimo del 10% del monte ore. Il corso prevede la partecipazione di un numero massimo di 25 corsisti.