Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1100
POZZALLO - 16/04/2009
Attualità - Pozzallo: progetto operativo di vigilanza e controllo del territorio comunale

Pozzallo: il sindaco Sulsenti vara il nuovo piano di sicurezza

Sarà richiesta la collaborazione a Questura e Comando dei carabinieri, il tutto con il fine ultimo di far trascorrere un periodo di sereno relax a quanti hanno scelto il centro rivierasco

Un nuovo piano di sicurezza per Pozzallo. Lo hanno stilato il sindaco Peppe Sulsenti (nella foto), il comandante della Polizia Municipale, Luigi Bottaro, il comandante della locale stazione dei carabinieri, Feliciano La Mantia, assieme ad alcuni ufficiali della locale Tenenza della Guardia di Finanza ed un rappresentante della capitaneria di Porto di Pozzallo.

Il piano operativo di vigilanza e controllo del territorio comunale, in vista dell’avvio della nuova stagione turistica, prevede come «assaggio» un giro di vite a partire dalle prossimi fine settimana, mettendo in atto una serie di azioni mirate al rispetto delle leggi e delle ordinanze sindacali vigenti in materia di vendita di alcolici, guida in stato di ebbrezza e eccesso di velocità, in particolar modo sulle arterie periferiche. Per garantire un efficace controllo nelle ore notturne, specialmente in zone considerate «sensibili» della città, a partire dal centro storico, sarà richiesta la collaborazione a Questura e Comando dei carabinieri, il tutto con il fine ultimo di far trascorrere un periodo di sereno relax a quanti hanno scelto il centro rivierasco.

Oltre ai problemi relativi alla sicurezza, si è parlato di pulizia delle spiagge, della lotta ai conducenti di motorini senza casco, del controllo igienico sanitario dei pubblici esercizi, della responsabilizzazione dei cittadini al corretto deposito dei sacchetti di immondizia per la raccolta porta a porta e delle problematiche legate al randagismo.

Per quest’ultima voce, il sindaco di Pozzallo ha firmato un’ordinanza che disciplina gli obblighi dei proprietari di cani, che si pone l’obiettivo di tutelare l’igiene pubblica e il decoro urbano, nonché garantire agli «amici a 4 zampe» un trattamento consono, nell’ottica di una corretta convivenza fra esseri umani e animali. Per i trasgressori, sanzioni salate. Per la mancata iscrizione del cane all’anagrafe canina ed il mancato inserimento del microchip di identificazione, sanzione da 86 euro a 520 euro. Per una mancata segnalazione alla competente azienda di sanità pubblica veterinaria della scomparsa dell’animale, la sanzione va da un minimo di 578 euro ad un massimo di mille e 733 euro.

Simile sanzione anche per chi abbandona il cane. Per il mancato porto di paletta, raccoglitore o altro idoneo mezzo per la rimozione delle deiezioni solide del cane, da parte dei conduttori nelle pubbliche vie o in altro luogo aperto al pubblico, si applicherà una sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di 28 euro ad un massimo di 173 euro. Per la mancata rimozione delle deiezioni solide del cane, si pagherà da un minimo di 58 euro ad un massimo di 173 euro. Per chi conduce il cane senza il guinzaglio, per chi utilizzata il guinzaglio ad una misura maggiore di un metro e 50 cm, per chi durante la conduzione del cane non porta con sé la prevista museruola e per chi introduce cani in luoghi interdetti, la sanzione va da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro.