Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:57 - Lettori online 789
POZZALLO - 11/04/2009
Attualità - Pozzallo: sarà realizzato in Australia uno dei più grandi scafi di alluminio nel mondo

Un catamarano da 60 milioni di euro presto a Pozzallo

Sarà chiamato «Jean de la Valette» e arriverà sull’isola dei Cavalieri nell’agosto 2010

La compagnia maltese Virtu Ferries, leader dal 1988 nel trasporto di passeggeri e merci dall’isola di Malta in Sicilia, ha firmato con la Austal Ships Pty Ltd. (impresa di costruzione navi australiana) un contratto per la costruzione di un nuovo catamarano da 60 milioni di euro. Secondo le prime informazioni arrivate, la nave sarà uno dei più grandi catamarani-scafo di alluminio nel mondo.

Il nuovo catamarano, uno Austal Auto Express 107, sarà chiamato «Jean de la Valette» e arriverà sull’isola dei Cavalieri nell’agosto 2010. La «Jean de la Vallette» sostituirà la «Maria Dolores», allo stato attuale, l’unica nave che da Pozzallo trasporta i turisti sull’isola dei Cavalieri, e viceversa.
L’Austal 107 è stato scelto dopo un lungo e rigoroso processo di selezione. Il catamarano, infatti, è stata giudicato quale migliore nave grazie alla sua versatilità e per la sua efficienza nel trasporto di merci e di persone, rispondendo positivamente a tutte quelle che sono le esigenze di chi affronta un viaggio di 90 minuti circa.

La nave avrà una capienza di 800 passeggeri su due ponti, con tre punti vendita di ristorazione e una zona centrale. La nuova imbarcazione potrà trasportare 230 autovetture (o 45 auto e 342 metri di carico rotabile, che equivalgono a 17 tir messi l’uno accanto all’altro).

Suggestiva, poi, la vista dal ponte superiore (chiamata «area lounge») da dove si scorgerà la prua della nave. Una scala centrale porterà ad una zona di prima classe con ristorante all’interno e due sale VIP. Sedie e sedili saranno disponibili per più di 110 passeggeri, sia in economia che per le sale VIP.
Un’ulteriore nuova peculiarità, per questa nave, su richiesta specifica da parte della Virtu Ferries, è una sala esclusivamente appannaggio dei conducenti di veicoli commerciali, capace di fornire un ambiente confortevole e riposante. La nave sarà certificata anche per il trasporto di merci pericolose quali il Gpl, la benzina o il diesel.

La nave sarà alimentata da motori diesel «KaMeWa» a 9100kW, costruiti dalla Rolls-Royce, dando una velocità approssimativa di 39 nodi. L’ultima tecnologia, al fine di traghettare i passeggeri nelle migliori condizioni senza alcuna oscillazione, («Austal Ride Control»), verrà installato per il massimo comfort per i passeggeri, in particolar modo quando si verificheranno condizioni meteo avverse.

La nave sarà costruita secondo le prescrizioni e sotto la sorveglianza del Det Norske Veritas, la certificazione dei Sistemi di Gestione Qualità (ISO 9000). La barca avrà bandiera battente maltese, come tutte le altri navi della «Virtu Ferries». Jean de la Valette avrà una lunghezza di 106,5 metri e un raggio di 23,8 metri.

Il direttore della Virtu Ferries di Pozzallo, Guglielmo Puzzo, ha così commentato la notizia: "La domanda – ha detto Puzzo - per il carico di traffico tra Malta e la Sicilia, da quando abbiamo aderito all’Unione Europea, ha superato le nostre aspettative. Abbiamo speso qualcosa come 60 milioni di euro per un catamarano che ha l’obiettivo di soddisfare le esigenze del commercio, dell’industria e del turismo maltese ma anche di quello italiano, e siciliano in particolare, fornendo un servizio di linea 365 giorni l’anno. Malta, grazie a questo nuovo catamarano, sarà molto più vicina di quanto si possa pensare".