Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 447
POZZALLO - 29/03/2009
Attualità - Pozzallo: il consigliere generale Asi "striglia" le aziende

Metanizzazione zona industriale: scarso interesse, insoddisfatto Stornello

Il metano pare non interessi a chi opera nell’area

E’ insoddisfatto, il consigliere generale Asi, Gianni Stornello, della risposta ottenuta da parte delle aziende che insistono sulla zona Asi, Modica-Pozzallo, sulla metanizzazione dell’area industriale. Nello scorso dicembre, dal consorzio Asi, difatti, sono partite 140 lettere, tante quanti gli insediati, con allegato un questionario, da compilare a cura degli insediati stessi e da restituire all’Asi. Tutti gli associati dell’area industriale hanno ricevuto due lettere, una del consorzio ibleo, l’altra dell’Italgas, entrambi con l’intento di spiegare i vantaggi dell’allaccio alla rete, come, ad esempio, la riduzione dei costi di produzione.

Il riscontro a queste lettere è stato quanto mai deludente. Dieci lettere di risposta, qualcuna delle quali recante addirittura una risposta negativa.

"Nei fatti non c’è un massiccio interesse – dichiara Stornello - da parte delle attività insediate nell’area Modica-Pozzallo ad avere il gas metano, come sembrava in un primo momento. Ha molto contribuito il massiccio ricorso alle fonti alternative di energia, e questo è un bene e denota anche la sensibilità e il sapere guardare avanti dei nostri imprenditori. Il metano è richiesto solo per qualche attività che ne ha di bisogno in via esclusiva perché solo con il metano può avviare il ciclo produttivo.

In questo caso, come avvenuto già nell’area industriale di Ragusa per imprese in queste condizioni, non resta che la trattativa singola fra imprenditore e fornitore di gas con i costi a carico del richiedente. E’ chiaro che se, anche in questo caso diciamo così di ripiego, da parte mia può esserci una qualsiasi forma di intervento, chi è interessato – conclude Stornello - sappia che potrà sempre contare sul mio sostegno e sul mio impegno per fare intervenire il consorzio nei termini e nei modi consentiti".