Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 782
POZZALLO - 16/02/2009
Attualità - Pozzallo: sono terminati i lavori di restauro della magione

Pozzallo: villa Tedeschi all´antico splendore

L’amministrazione ha deciso che parte della biblioteca, sita in piazza Cesare Battisti sarà trasferita al piano inferiore
Foto CorrierediRagusa.it

Sono terminati i lavori di restauro della villa Tedeschi (nella foto) di fine ‘800, acquistata dal comune di Pozzallo nel lontano 1979. Iniziati lo scorso 21 ottobre 2007, i lavori di riqualificazione hanno interessato l’edificio residenziale dove, oltre ad aver dimora i coniugi Tedeschi, hanno albergato anche i membri della servitù.

Il palazzo, insomma, è ritornato agli antichi fasti di un tempo e il colpo d’occhio, per chi staziona nel patio antistante, è devastante per bellezza e splendore. L’amministrazione comunale ha già deciso che parte della biblioteca, sita in piazza Cesare Battisti, verrà trasferita al piano inferiore. Di contro, le stanze del piano superiore saranno adibite a sale di rappresentanza per importanti convegni o conferenze stampa, con ospiti di richiamo. Finanziati dalla Regione Sicilia, i lavori non hanno interessato l’orto botanico e la cappella gentilizia, sconsacrata, attigua, dedicata a Santa Rosalia. Da palazzo La Pira, fanno sapere, comunque, che l’amministrazione comunale ha già incamerato un altro finanziamento regionale e che, quindi, entro dodici mesi, saranno riconsegnati alla cittadinanza sia l’orto che la cappella.

A fine mese, sarà deciso quale sarà il giorno dell’inaugurazione dell’imponente palazzo. Fra gli ospiti illustri che l’amministrazione sta cercando di contattare per l’inaugurazione, oltre al Governatore siciliano, Raffaele Lombardo, anche il critico d’arte, Vittorio Sgarbi, più volte giunto a Pozzallo proprio per osservare l’edificio ottocentesco.

"Si continua a lavorare – dichiara Peppe Sulsenti, sindaco di Pozzallo – per ridare prestigio a quelle opere che il tempo e l’usura ci stavano portando via. Il futuro? Dopo villa Tedeschi, è la volta della villa Comunale, anch’essa da far ritornare presto ai fasti di un tempo".