Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1366
POZZALLO - 14/02/2009
Attualità - Pozzallo: chiesto un incontro con il presidente della provincia

Strade dissestate, protestano 3 consiglieri

Sarà presentata un’interrogazione in consiglio per sapere in che modo l’attuale amministrazione intende risolvere il problema
Foto CorrierediRagusa.it

Degrado ambientale e manto stradale di alcune vie di Pozzallo nel mirino di tre consiglieri comunali. Salvatore Toscano (ex Pd, ora indipendente) chiede all’amministrazione comunale "di fissare un incontro, al più presto, con il presidente della Provincia, Franco Antoci, assieme a due consiglieri comunali, al fine di risolvere definitivamente l’annoso problema del degrado in cui versa il tratto del litorale di Contrada Pantanelli, a confine col territorio di Ispica, onde evitare incendi, malattie ed incidenti stradali".

Toscano, in passato, aveva più volte segnalato lo stato di degrado della zona periferica, dopo aver ricevuto le segnalazioni di alcuni cittadini, i quali, più volte, hanno attenzionato il problema alle autorità competenti. "Al danno, anche la beffa – aggiunge Toscano – Un territorio così penalizzato danneggia anche l’immagine turistica del paese e questo non ce lo possiamo permettere, visto che buona parte dell’economia locale è dedita al turismo".

I due consiglieri di maggioranza, Vincenzo Pitino e Salvatore Livia, puntano il dito contro la passata amministrazione targata Ammatuna, rea, a loro dire, di aver fatto davvero poco per la pavimentazione del corso Vittorio Veneto, lasciando una delle arterie più importanti della città di Pozzallo nello stato di degrado in cui versa attualmente.

"La premura – dicono i due consiglieri – di far presto prima della fine del mandato sindacale e la scarsità del materiale impiegato sono state le cause che, in breve tempo, hanno ridotto il corso ad una vera mulattiera. Questo è il regalo che la passata amministrazione ci ha lasciato, una pavimentazione bella a vedersi all’inizio, ma malata nel sottostrato".

A tal fine, i due consiglieri presenteranno un’interrogazione, durante la prossima civica assise, per sapere in che modo l’attuale amministrazione intende risolvere il problema.