Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1115
POZZALLO - 08/02/2009
Attualità - Pozzallo - Il sindaco incontra martedì l’assessore Sorbello

Pozzallo: passi in avanti per il porto

Sarà accelerato l’iter che porterà il comune a diventare «stazione appaltante» della struttura portuale
Foto CorrierediRagusa.it

Porto di Pozzallo (nella foto), passi avanti. Martedì il sindaco Peppe Sulsenti, incontrerà, a Palermo, l’assessore regionale al Territorio ed Ambiente, Pippo Sorbello, e il dirigente generale del dipartimento regionale dei lavori pubblici, Fulvio Bellomo, per discutere di tempistica e, soprattutto, di fondi, al fine di accelerare l’iter procedurale che porterà il comune di Pozzallo a diventare «stazione appaltante» della struttura portuale.

L’audizione dovrà servire anche per formalizzare l’esclusiva competenza dell’assessorato regionale ai lavori pubblici rispetto a quello all’Ambiente. Da palazzo La Pira, nessuno dei dirigenti dell’ente si è spinto, comunque, in previsioni temporali ma è chiaro che la volontà comune è quella di uscire, presto, dall’empasse burocratica che ha frenato, per anni, l’attività portuale di alcune imprese che lavorano in loco.

Altro argomento che i tre affronteranno, sarà come spendere i fondi Por 2007-2013 sia per la messa in sicurezza della struttura portuale sia per la realizzazione del molo di sottoflutto. Infine, Sulsenti avrà contezza della somma che sarà spesa, in tempi brevi, per il dragaggio del porto grande e del porto piccolo, nuovamente insabbiatosi dopo le mareggiate invernali. A conti fatti, il secondo dragaggio effettuato nel giro di un anno, visto che lo scorso aprile fu un’impresa di Comiso, vincitrice del bando di gara, a disinsabbiare i fondali marini.

"Sappiamo – dichiara Sulsenti - che i progetti dei Por dovranno essere presentati entro il prossimo mese di luglio 2009 e non è possibile mandare a vuoto tale scadenza, come sottolineato già da Roberto Leonardi, che sarà a Ragusa, nei prossimi giorni, per illustrare i fondi strutturali. L’auspicio è che a Palermo finalmente si operi e si esca dallo stallo attuale".