Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 783
POZZALLO - 26/01/2009
Attualità - Pozzallo - Riunione fra i dirigenti comunali di palazzo La Pira

Pozzallo: decurtazioni orarie

Marino (Cisl): "Riunione incompleta, mancavano le Rsu" Foto Corrierediragusa.it

Riunione fra i dirigenti comunali di palazzo La Pira, con in testa il sindaco di Pozzallo Peppe Sulsenti (nella foto), e i rappresentanti sindacali di Cgil, Uil, Diccap per discutere sulle decurtazioni delle integrazioni orarie, ad oggi attribuite al personale part-time a tempo indeterminato e contrattista.

Il primo cittadino ha ribadito che ha intenzione di eliminare l’integrazione oraria mensile (che vige a palazzo La Pira da quasi dieci anni), attenendosi ai tetti di spesa previsti nel bilancio. L’obiettivo dell’amministrazione comunale sarà, infatti, rimane il consolidamento orario, concordato con gli esponenti sindacali presenti all’incontro. La decisione finale sarà assunta nei prossimi giorni in base alle direttive della Corte dei Conti e alle normative regionali e nazionali. Ulteriori incontri operativi sono stati fissati per giungere in tempi brevi alla sottoscrizione del protocollo definitivo ed approntare, con la certezza dei numeri, il bilancio di previsione 2009.

Assente all’incontro, a palazzo La Pira, è stata la Cisl, oltre alla rappresentanza sindacale unitaria della sede municipale pozzallese. Il segretario generale della Cisl-Fp di Ragusa, Gianfranco Marino, obietta la scelta della decurtazione oraria e contesta i contenuti della riunione, svoltasi ieri mattina.

"La riunione – osserva Marino - è stata incompleta in quanto mancavano le Rsu, ovvero i «veri» soggetti titolari in materia di concertazione. Per tale motivo, avevamo chiesto di rinviare la riunione proprio per dare modo a queste persone di essere presenti alla riunione. Cosa che non è stata fatta. Per entrare, poi, nel merito della discussione, mi hanno riferito di tagli di integrazione d’orario, camuffati sotto la dichiarazione dell’amministrazione di voler contrattualizzare il personale part-time. Ribadisco che non ci sono trattative possibili con chi effettua tagli e con chi avalla questa scelta. Se i dipendenti non si sentiranno tutelati, calpestati nei loro diritti, gli stessi dipendenti potranno beneficiare dei legali messi a nostra disposizione".