Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1021
POZZALLO - 21/01/2009
Attualità - Pozzallo - Hanno incrociato le braccia per ventiquattro ore

Pozzallo: netturbini di nuovo agitati

Non hanno percepito gli arretrati di novembre e dicembre Foto Corrierediragusa.it

Nuova protesta dei netturbini della ditta Busso, i quali a cahanno incrociato le braccia per ventiquattro ore a causa della mancata corresponsione degli arretrati di novembre e dicembre. E’ stato lo stesso Maurizio Busso, titolare dell’omonima azienda, ad incontrare presso la sede municipale di Pozzallo il vice-sindaco, Attilio Sigona, e il dirigente dell’Ente, Giovanni Modica, nel pomeriggio di ieri, per cercare di risolvere la problematica legata agli stipendi arretrati e definire la tempistica e le modalità di reperimento dei finanziamenti. Il comune di Pozzallo, infatti, deve ancora un milione e 200 mila euro alla ditta di Giarratana. Il contratto che lega il comune di Pozzallo alla ditta Busso, ditta appaltatrice per la raccolta dei rifiuti solidi urbani a Pozzallo, scade il prossimo 31 gennaio.

< Entro questo venerdì – assicura Maurizio Busso – il vicesindaco Sigona mi ha assicurato che saranno versati 250 mila euro come primo acconto. Entro il 15 febbraio, lo stesso mi ha garantito che il comune di Pozzallo pagherà la «differenziata» per un importo di 300 mila euro ed, entro il 15 marzo, sempre il vicesindaco di Pozzallo mi ha garantito che salderà l’importo restante, come atto conclusivo del contratto che lega la mia azienda con il centro rivierasco. Spero che il vicesindaco mantenga quanto dichiaratomi durante il nostro incontro. Per il resto, dal 31 gennaio scade il contratto per la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Mi auguro solo che questo sia l’ultimo viaggio che faccio, per motivi di lavoro, nella città di Pozzallo >.

Nel pomeriggio di ieri, i 47 netturbini che operano a Pozzallo hanno ripulito tutti i cassonetti, sotto la pioggia battente. Alla riunione era stata invitata anche la triplice sindacale, assente durante l’incontro fra Busso e i dirigenti di palazzo La Pira.