Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 453
POZZALLO - 05/01/2009
Attualità - Pozzallo - Dal 12 giugno un carnet ricco di eventi

Pozzallo compie 180 anni: si festeggia!

Il passaggio da borgata a comune autonomo non più dipendente da Modica avvenne in data 12 giugno 1829
Foto CorrierediRagusa.it

Pozzallo e i pozzallesi vivranno i festeggiamenti per il 180mo compleanno della città il prossimo 12 giugno. Il passaggio da borgata a comune autonomo, difatti, non più dipendente dalla città della Contea, ovvero Modica, avvenne in data 12 giugno 1829, con decreto di Francesco I di Borbone, Re delle Due Sicilie.

Diversi sono gli appuntamenti che contraddistingueranno questo traguardo. Mostre, rappresentazioni teatrali, retrospettive fotografiche, convegni con studiosi di storia contemporanea, stanno riempiendo il cartellone delle celebrazioni che dovrebbe partire nel periodo post-pasquale e concludersi con la fine dell’anno.

Apice delle festività, l’estate pozzallese che, quest’anno, avrà un richiamo nel sottotitolo che si rifà al 180. compleanno della città marittima. Giornata «clou» dei festeggiamenti sarà il 12 giugno, con la celebrazione presieduta in Chiesa Madre dai cinque parroci delle quattro parrocchie cittadine (a giorni arriverà, forse, la conferma della presenza del vescovo di Noto, Mons. Mariano Crociata, impegnato il prossimo 31 maggio, a Pozzallo, per la quinta «Giornata Diocesana dei Giovani», organizzata dalla Diocesi di Noto). Grande importanza avrà la presenza dei numerosi pozzallesi emigrati a New York, i quali hanno già dato al sindaco della città di Pozzallo, Peppe Sulsenti, la propria disponibilità a partecipare ai festeggiamenti per il compleanno di Pozzallo.

Il borgo di Pozzallo nacque prima del 1829, in quanto, già verso la fine del XIV secolo, con la costruzione da parte dei Chiaramonte di un Caricatore, vi sorgeva anzitempo un complesso di magazzini proprio sulla costa, di pontili e scivoli per l’imbarco di merce sui velieri. Con lo sviluppo, poi, dell’attività marittima e commerciale, il piccolo borgo si trasformò, negli anni in divenire, nella città che tutti, oggi, conosciamo e che un’intera comunità si appresta a festeggiare nel corso di quest’anno.

(Nella foto d´epoca in alto la torre Cabrera, simbolo di Pozzallo, ai primi dell´800)