Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1048
POZZALLO - 31/12/2008
Attualità - Pozzallo - La giunta municipale ha approvato un atto di indirizzo

Pozzallo e l´economia del turismo

Si chiede all’assessorato regionale competente il riconoscimento istituzionale della vocazione turistica Foto Corrierediragusa.it

La giunta municipale ha approvato un atto di indirizzo per il conferimento, da parte dell’assessorato regionale alla cooperazione, del riconoscimento della città di Pozzallo come «comune ad economia prevalentemente turistica». La giunta comunale chiede all’assessorato regionale competente il riconoscimento istituzionale della vocazione turistica della città anche in considerazione che le manifestazioni organizzate e i siti turistici quali le due spiagge, insignite da sette anni del riconoscimento della «Bandiera Blu» della Fee, hanno richiamato in città la presenza di migliaia di turisti.

L’obiettivo della giunta Sulsenti è quello di perseguire un piano strategico al fine di ottimizzare lo sviluppo locale. Un atto di indirizzo dettato dal fatto che il comparto commerciale possa incrementare i numeri relativamente ottimali che già si registrano in città. Inoltre, la continua crescita del comparto turistico (quattro stabilimenti balneari, cinque chioschi a servizio dell’attività di balneazione, quattro hotel, due case per ferie, ben trentadue bed & breakfast e tre villaggi turistici, in prossimità della città) ha spinto ulteriormente gli amministratori di Pozzallo a presentare il carteggio, fatto pervenire alla sede competente nella giornata di ieri, a Palermo, che attesta la vocazione turistica della città rivierasca.

"Dal primo gennaio – rileva Paolo Sotgiù, presidente Ascom di Pozzallo – ci sarà una nuova regolamentazione regionale per l’apertura dei negozi la quale, senza la documentazione inoltrata a Palermo, avrebbe fatto abbassare le saracinesche ai commercianti di Pozzallo nei giorni festivi, cosa che non potevamo assolutamente permetterci. Con questo «attestato», potremo determinare liberamente gli orari di apertura e chiusura, eliminando l’obbligo di chiusura domenicale e della mezza giornata di chiusura infrasettimanale".

(Nella foto in alto la torre Cabrera, uno dei simboli di Pozzallo)