Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 900
POZZALLO - 17/12/2008
Attualità - Pozzallo - Levata di scudi dell’amministrazione comunale

Pozzallo nella morsa della crisi

Un manifesto elenca gli oneri che gravano su palazzo La Pira Foto Corrierediragusa.it

Levata di scudi dell’amministrazione comunale di Pozzallo che, in tempi di difficoltà economica, rivendica quanto affermato in passato sulla situazione economica dell’ente comunale. Un manifesto elenca i gravi oneri che gravano su palazzo La Pira, lasciando intuire che, a conti fatti, i periodi di vacche grasse sembrano essere finiti da un pezzo, con conseguenti ristrettezze per quel che riguardano le spese che l’ente comunale effettuerà nei prossimi mesi.

"Lo Stato ha tagliato – è scritto nel comunicato - con la Finanziaria le somme ai comuni del 3%; la Regione nella sua Finanziaria prevede il tagli di ulteriore 12%. Con il 15% in meno non ci potranno più essere servizi assicurati come nel passato, tenuto conto che il personale del Comune assorbe l’80% delle somme del bilancio comunale. Tutto ciò significa non potere assicurare il trasporto agli alunni pendolari, la refezione scolastica, i servizi agli anziani ed ai soggetti in handicap. I Comuni sono al collasso; i risparmi di spesa non bastano. Non ci sono costi per consulenze, feste, attività sportive; si è tagliato tutto il possibile".

Nel documento, inoltre, si fa riferimento a quanto denunciato, fino a qualche mese fa, dall’opposizione in consiglio comunale, la quale bollava l’attuale compagine amministrativa del tutto inadeguata per le sorti della città.

"Quando abbiamo detto tutto ciò – continua la nota - ci hanno accusato di incapacità. Avevamo invece letto bene i bilanci del comune e le difficoltà oggettive, pur intervenendo tempestivamente con una sana amministrazione. Ed invece le opposizioni strumentalmente si sono scagliati contro la compartecipazione alle spese, contro i ticket, contro la riduzione degli sprechi. Chiediamo ai cittadini – conclude la nota - di accompagnare la nostra lotta contro i tagli ai comuni e a tutte le forze politiche di unirsi in uno sforzo comune che salvaguardi i livelli di assistenza ai servizi sociali posti seriamente a rischio".