Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 870
POZZALLO - 25/11/2008
Attualità - Pozzallo - I lavori interessano lo stabile del quartiere "167"

Pozzallo: Iacp, ricostruzione alloggi

Sono i 2 appartamenti del lotto "A" bruciati nel settembre 2007
Foto CorrierediRagusa.it

Al via i lavori di ristrutturazione dei due appartamenti (nella foto) del lotto «A» dello Iacp di Pozzallo presso il quartiere «167», in contrada Scaro, andati in fumo, causa rogo, nel settembre 2007. La dinamica dell’incidente fu immediatamente resa nota dai vigili del Fuoco di Modica, arrivati sul posto a spegnere le fiamme dell’incendio: un bambino, armeggiando con un accendino in maniera incauta, fece divampare un rogo che interessò due appartamenti del lotto «A». Adesso, i lavori di ristrutturazione, che dovranno essere consegnati entro 90 giorni, daranno maggiore sicurezza agli inquilini del palazzo, i quali, da diverso tempo, hanno richiesto un intervento risolutore ai responsabili dello Iacp di Ragusa affinché il palazzo fosse messo definitivamente in sicurezza.

Soddisfatto il sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti, il quale si è compiaciuto dell’interessamento da parte del consorzio Iacp di Ragusa, sollecitato più volte nel corso di questi 14 mesi, dichiarando che "è stato fatto tutto il possibile – dice Sulsenti – per ovviare repentinamente alle problematiche dei cittadini pozzallesi dello Iacp. Oggi raccogliamo i frutti della collaborazione, nei mesi scorsi, con lo Iacp di Ragusa".

Intanto, giungono buone nuove per la scuola elementare «Raganzino», sita presso l’omonimo quartiere. È stato, difatti, già affisso il bando di gara per l’aggiudicazione della scuola che «abbraccia» diversi quartieri di Pozzallo come, appunto, Raganzino, oltre ai quartieri di San Francesco d’Assisi e di San Giovanni Battista. Il giorno di scadenza di presentazione della domanda è stato fissato per il 27 novembre. Da palazzo La Pira fanno sapere, inoltre, che, nonostante manchi ancora qualche giorno alla chiusura temporale del bando, sono già più di cinquanta le domande arrivate presso l’ente comunale per l’appalto dei lavori.