Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 969
POZZALLO - 08/11/2008
Attualità - Una nota un’azienda immobiliare maltese la spara grossa

Gaffes maltesi sulla provincia babba

Una battuta poco felice su mafia, annessi e connessi Foto Corrierediragusa.it

"La provincia di Ragusa è stata scelta, principalmente per la sua vicinanza alla città di Pozzallo dalle isole maltesi e per il suo non coinvolgimento con la mafia siciliana". In tempi di «gaffes» di neo-presidenti abbronzati, ci pensa una nota un’azienda immobiliare maltese a rinverdire i fasti della provincia di Ragusa «babba», ovvero scevra da certi meccanismi mafiosi. Tutto succede sull’Isola dei Cavalieri.

La dichiarazione, assai infelice, è di un noto direttore immobiliare di una fra le più celebri aziende immobiliari che lavorano sull’isola maltese. La si può persino leggere sul sito internet fra le «news» riportate nella pagine preposta.

Oltre al danno, però, anche la beffa. Perché escludendo la provincia di Ragusa quale provincia «mafiosa», in realtà, si bollano le rimanenti otto province come affiliate di «Cosa Nostra».

L’iniziativa dell’azienda maltese è alquanto lodevole. Vendere alcune fra le più belle residenze della provincia a chi, trovandosi sull’isola di Malta, desidera investire nel mattone ibleo. Peccato, però, che alcuni retaggi di una subcultura che l’intera Sicilia sta tentando di allontanare ritornino prepotentemente a danneggiare quanti, magari, credono nel riscatto della Sicilia.