Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 563
POZZALLO - 07/11/2008
Attualità - Pozzallo - Sulsenti ha dato il benservito ai tecnici veneti

Piano regolatore generale,
il sindaco caccia i veneziani

Dopo l’estenuante «tira e molla» sullo strumento urbanistico Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco Peppe Sulsenti (nella foto) dà il benservito ai tecnici veneziani. Dopo l’estenuante «tira e molla» sul Piano Regolatore della città, il primo cittadino pozzallese «scarica» i progettisti veneziani, dopo che gli stessi avevano chiesto altro tempo (e, forse, altri soldi) all’amministrazione comunale. Troppo tempo, difatti, si è perso inutilmente senza che la cittadinanza si potesse dotare di uno strumento così importante di crescita e sviluppo.

Le «tappe» per giungere a questa conclusione, da parte della giunta comunale, sono così riassunte. Nel dicembre del 2000, per nomina diretta, furono scelti gli architetti veneziani, i quali garantirono tempi rapidi per la presentazione del progetto. Una volta presentato, il consiglio comunale, nel dicembre del 2004, bocciò l’elaborato tecnico presentato dai progettisti veneziani, invitando gli stessi a rielaborare il documento.

Considerato che la deliberazione consiliare è tuttora vigente, che i progettisti non hanno prodotto nessun nuovo documento e che, allo stato attuale, molti privati stanno ricorrendo al Tar per l’approvazione di diversi progetti di lottizzazione, la giunta municipale di Pozzallo ha deciso, ieri mattina, di deliberare la revoca del Prg ai progettisti veneziani, rei di non aver prodotto nulla e di non aver dato alcun ascolto alle sollecitazioni che provenivano da palazzo La Pira, sia dalla maggioranza (Sulsenti e l’assessore ai lavori pubblici, Pinuccio Amore, su tutti) che dalla minoranza, in civica assise.

"La Giunta Sulsenti – si legge in una nota diffusa ieri dall’ente comunale - ha detto basta alla situazione di stallo che si protrae dal 2000 ed ha avuto il coraggio di tagliare i ponti con il passato avviando una nuova procedura che porterà a breve ad un nuovo incarico al fine di potere entro i prossimi 18 mesi dotare la città di un nuovo Prg e di dare una risposta a tutti i cittadini che da anni attendono invano. La determinazione della Giunta Sulsenti sulla rescissione contrattuale con i vecchi progettisti segue l’atto di indirizzo del consiglio comunale, ove la maggioranza aveva respinto gli ulteriori tentativi di dilazione – chiude la nota - dei tecnici veneziani".

Adesso, la revoca sarà inviata all’assessorato Territorio ed Ambiente di Palermo. L’amministrazione comunale, entro due mesi, dovrà nominare il nuovo progettista. Se l’amministrazione dovesse ancora tardare nella nomina diretta del nuovo progettista, a Pozzallo arriverebbe il commissario «ad acta».