Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 589
POZZALLO - 18/10/2008
Attualità - Pozzallo - Niente più noie per gli abbonamenti Ast?

Pozzallo: buone nuove per gli studenti

I pendolari potranno scendere alle fermate di Raganzino Foto Corrierediragusa.it

Buone nuove per gli studenti pendolari della città di Pozzallo. Dopo l’incontro a Palermo, mercoledì scorso, fra il direttore generale dell’azienda di trasporti, Emanuele Nicolosi, e le due più alte cariche di palazzo La Pira, ovvero il sindaco Peppe Sulsenti e il vicesindaco Attilio Sigona (nella foto), si è finalmente giunti ad un punto di incontro per le fermate degli autobus che alcuni esponenti della minoranza del civico consesso hanno contestato aspramente nei giorni scorsi.

Gli studenti, dunque, potranno scendere alle fermate di Raganzino, a differenza della normale utenza, verso la quale l’amministrazione, d’accordo con l’Ast, sta studiando un piano alternativo che diversifichi le fermate nel quartiere ovest della città. Nello specifico, un incontro fra un dirigente dell’Ast di Palermo e il sindaco di Pozzallo è in programma lunedì prossimo al fine di verificare quali possibili migliorie potranno essere adottate per agevolare il traffico degli autobus in città.

Altro «tasto» toccato dai tre, è stato quello dei soldi che il Comune di Pozzallo deve versare nelle casse dell’ente palermitano. Alla fine della riunione, si è concordato di stilare un piano di rientro «a rate» capace di ottimizzare le spese del comune e, al contempo, di non svuotare le casse asfittiche dell’ente pozzallese. Lo stesso Nicolosi ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto dal sindaco nel tentativo di risolvere la crisi debitoria che il comune ha nei confronti dell’Ast, accertando che, nel giro di 16 mesi, il comune di Pozzallo ha già saldato 500 mila euro, rimanendo con un debito di «soli» 260 mila di euro, "il tutto – dichiara Sulsenti – senza far mancare gli abbonamenti agli studenti per il mese di ottobre. Assicuro che non avremo più noie, da questo punto di vista".