Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 413
POZZALLO - 16/10/2008
Attualità - Pozzallo - Saranno assunte contromisure per questi volatili

Pozzallo: i piccioni "marinari"

La loro massiccia presenza crea problemi ai cittadini Foto Corrierediragusa.it

«Più o meno come fa un piccione» cantava Povia nella sua «Vorrei avere il becco», prendendo ad esempio la vita del simpatico volatile per raccontare cosa sia per lui l’amore.

Canzone cantata anche in Piazza della Rimembranza a Pozzallo qualche anno fa, prima cioè che si pensasse al modo adeguato per eliminare gli indiscussi problemi che questi volatili comportano per tanti pozzallesi che, insieme alla dottoressa Pitino, hanno presentato un’istanza all’amministrazione Sulsenti, per affrontare il problema.

Un incontro tra il Sindaco, Peppe Sulsenti, il Responsabile Sanitario del Territorio, il dottor Lauretta e i veterinari dell’Ausl, hanno vagliato le possibili cause e le eventuali soluzioni, individuando nello scarico di mais al porto di Pozzallo e nella presenza di abitazioni fatiscenti e abbandonate del territorio pozzallese, le concause di una presenza così massiccia dei simpatici volatili nel territorio.

Diversa la realtà dalla canzone di Povia, i piccioni vivono da indiscussi disturbatori in quasi ogni città grande o piccola che sia, provocando danni a monumenti storici e riconosciuti come portatori di infezioni e malattie in quanto, specie nelle aree urbane, sembrano preferiscano modificare la loro dieta cibandosi di rifiuti.

Ultrasuoni, dissuasori acustici e visivi, ostacoli fisici, la sterilizzazione, l’impiego di falchetti e i più «casalinghi» rimedi, vengono quotidianamente venduti anche in rete, dimostrando l’enorme fastidio che i simpatici volatili procurano in ogni dove.

Intanto,l’incontro pozzallese avrà un seguito con un secondo appuntamento dove oltre alla scelta dei mezzi più idonei per la risoluzione della questione, verranno vagliate tutta una serie di proposte per far si che i cittadini conoscano e mettano in pratica tutti gli accorgimenti necessari per la risoluzione del problema.