Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 745
POZZALLO - 03/10/2008
Attualità - Pozzallo - Iniziativa nazionale in collaborazione con «TrattiDiVersi»

Pozzallo: ad ottobre "piovono" libri

Saranno lette opere di scrittori nazionali ed internazionali Foto Corrierediragusa.it

Anche se il tempo regge, a Pozzallo, «ad ottobre, piovono libri». Il comune di Pozzallo, difatti, ha aderito all’iniziativa nazionale «Ad ottobre, piovono libri», in collaborazione con l’associazione «TrattiDiVersi», la quale organizzerà quattro appuntamenti (ogni sabato, allo spazio cultura «Meno Assenza») dove saranno lette opere di scrittori nazionali ed internazionali, col fine ultimo di promuovere il piacere della lettura.

Ecco il programma. Sabato 4 ottobre, «Volta Pagina», testi da best-sellers evergreen con letture di Federica Bisegni e Vittorio Bonaccorso; sabato 11 ottobre «Realtà in Fiaba», con testi tratti da «Il piccolo principe» di Antoine de Saint-Exupèry e da «Che animale sei» di Paola Mastrocola: letture di Carmen Attardi accompagnate al pianoforte da Gianfranco Buscema; sabato 18 ottobre «Beat Generation», letture tratte da «Urlo» di Allen Ginsberg: letture di Uccio Di Maggio accompagnate al contrabbasso da Giuseppe Guarella; sabato 25 ottobre «Male Catubbo», testi tratti da «Nottetempo, casa per casa» di Vincenzo Consolo, letture di Piero Roccasalvo, alla chitarra Francesco Barone. L’orario di inizio, per ogni sabato, è fissato alle ore 20.

Inoltre, nei quattro eventi proposti, alla fine della performance, si terrà un buffet-ristoro.

L’associazione è promossa dall’Istituto per il Libro del Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci), l’Unione delle Province d’Italia e il Coordinamento delle Regioni, ed, in sinergia, con gli assessorati delle istituzioni locali quali Provincia Regionale di Ragusa e la Soprintendenza ai Beni Culturali di Ragusa.