Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 826
POZZALLO - 08/09/2016
Attualità - In questi giorni si erano moltiplicate le lamentele dei residenti

Pozzallo e la puzza di polli bruciati

I disagi dunque dovrebbero finire nei prossimi giorni Foto Corrierediragusa.it

Aria ammorbata, fetore di pollame bruciato e putrefatto che ha invaso tutti i quartieri. L’incendio dello stabilimento Avimecc ha portato questi disagi ai residenti di Pozzallo che dall’inizio della settimana hanno segnalato a più riprese condizioni insopportabili dell’aria. Se il vento non soffia l’aria diventa ancora più pesante a causa dei cattivi odori, tanto da indurre la gente a chiudere gli infissi nonostante il caldo. La pioggia di questi giorni non ha certo eliminato il problema ma anzi aumentato il fetore nell’aria visto che l’imputridimento dei polli si è accelerato con tutte le conseguenze del caso. L’Arpa di Ragusa ha accertato che il cattivo odore è dovuto alle carcasse di pollo in putrefazione e ha informato il sindaco, Luigi Ammatuna, che aveva sollecitato la Prefettura ad intervenire. L’Arpa ha prescritto all’azienda di provvedere al più presto per bonificare tutta la zona e rimuovere le cause dei cattivi odori, che sono ancora più asfissianti in tutta la zona industriale e per quanti operano nell’area di Fargione. L’Arpa ha inviato la sua relazione, tra gli altri, anche alla Prefettura e alla Questura. Il sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna nei giorni scorsi aveva incontrato il prefetto Maria Carmela Librizzi per segnalare le tante lamentele dei cittadini.

Dice il sindaco: «Non appena ho avuto la percezione che i cattivi odori potessero provenire dallo stabilimento mi sono subito attivato. Ho trovato attenzione e disponibilità nel prefetto e devo dire che l’Arpa è stata moto celere nel sopralluogo e nella relazione. Attendiamo ora che l’azienda provveda e sappiamo che una ditta specializzata è già stata contattata per procedere alla bonifica. I disagi dunque - conclude il sindaco - dovrebbero finire nei prossimi giorni».

Nella foto lo stabilimento Avimecc durante l´incendio