Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 679
POZZALLO - 15/09/2008
Attualità - Pozzallo si conferma essere la "Rimini del Sud"

Pozzallo: bilancio estivo più che positivo

Le manifestazioni hanno esaltato il patrimonio artistico Foto Corrierediragusa.it

La «Rimini del Sud» si conferma, anche quest’anno, la città di Pozzallo, «regina» dell’estate 2008 per numero di presenze turistiche, nel territorio ibleo. Nonostante il tempo sia ancora bello, il mese di settembre è giunto e, con esso, anche il bilancio della affluenza turistica in città relativo ai mesi estivi. E i bilanci fatti dalla Pro Loco, dagli operatori del settore e, non ultimo, anche dall’amministrazione attuale, parlano di un successo ottenuto grazie ad una programmazione mirata e suffragato da numeri che non passano inosservati.

Più di cinquanta spettacoli, iniziati a metà giugno e che si concluderanno il 30 settembre, tutti gratis in piazza delle Rimembranze, che hanno attirato migliaia di turisti, arrivati da ogni angolo della Terra. L’evento con maggiore affluenza è stato la «Sagra del Pesce», con il picco, nella serata conclusiva, di quasi 15 mila presenze fra la piazza e il Corso Vittorio Veneto. Gruppi e bande musicali, compagnie teatrali, cabaret, «pubs in fest» sono stati gli eventi che si sono alternati in diversi punti della città, richiamando un numero considerevole di turisti. La vera sorpresa? Le serate teatrali, con i paganti che prendevano posto due ora prima l’inizio dello spettacolo.

Ancora una volta le manifestazioni, promosse dal comune di Pozzallo, hanno posto in risalto tutto il patrimonio artistico e culturale della nostra città. La Torre Cabrera, ad esempio, ha chiuso il «suo» bilancio (oltre a chiudere definitivamente i suoi battenti, per l’anno in corso, nella giornata di ieri) con la presenza di quasi 30 mila visite nel solo mese di luglio e di quasi 50 mila per il mese di agosto: un numero di frequentatori diverso rapportato anche al fatto che, nel mese di luglio, la Torre è stata aperta solo in orario mattutino. Questi numeri danno l’idea del perché il deputato regionale del Pd, Roberto Ammatuna, e il sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti, stiano lavorando, congiuntamente con la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Ragusa, per ottenere dei finanziamenti per il monumento.

Il resto lo hanno fatto le spiagge insignite, quest’anno, per la settima volta consecutiva, della «Bandiera Blu», il prestigioso riconoscimento che la Fee assegna alle spiagge più «virtuose». Cinque chilometri di costa, da Raganzino al Secondo Scivolo, al confine col territorio di Ispica, letteralmente prese d’assalto, con turisti soddisfatti di trovare clima e (alcuni) servizi all’altezza della nomea di altri lidi ben più rinomati.

"E’ stata un’estate ? dichiara l’assessore allo sport e spettacolo, Luca Ballatore ? di cui poter andare fieri. ? chiaro che ogni cosa può essere migliorabile ma vedere che, ad esempio, anche i bambini hanno trascorso un’estate con diversi angoli della città dedicati a loro, può dare l’idea di cosa si è costruito per questi tre mesi e per quello che sarà la nostra scommessa per il futuro, ovvero la destagionalizzazione dell’offerta turistica. Nessuno, in passato, a Pozzallo, c’è riuscito, noi proveremo ad invertire questa tendenza".

I lati negativi di questa estate? Presto detto. Il quartiere Raganzino: molte persone si sono lamentate del fatto che pochi spettacoli fossero in cartellone nel popoloso quartiere. La pulizia degli scogli non è stata mai effettuata. Al «Solarium», per esempio, i pochi turisti che amano prendere il sole ai «piedi» del Nautico, trovavano sistematicamente bottiglie di birra e bicchieri di plastica. Solo la solerzia di qualche turista ha fatto sì che il luogo fosse parzialmente pulito. Pochi cestini per la città: non si capisce perché, in piazza, vi siano ancora dei cestini che, nel giro di pochi minuti, erano riempiti fino all’orlo. L’introduzione dei «sensi unici», per le strade cittadine, a luglio, hanno confuso le idee ai cittadini, figuriamoci ai turisti.

"Tutto sommato ? dichiara Paolo Sotgiù, presidente dell’Ascom di Pozzallo ? è stata una buona estate, anche perché i turisti non sono mancati, quindi il bilancio è sicuramente favorevole. La scommessa, ora, riguarda il futuro. Destagionalizzare? Bisogna vedere i progetti prima di parlare". A ben vedere, in effetti, Natale è proprio dietro l’angolo.

(Nella foto in alto il lungomare Pietrenere)