Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 827
POZZALLO - 11/09/2008
Attualità - Pozzallo - Per un importo di circa 450 mila euro

Pozzallo: lavori al porto

In vista dellapertura dei mercati di libero scambio Foto Corrierediragusa.it

Nuovi lavori di manutenzione per il porto di Pozzallo. Per un importo di circa 450 mila euro, la struttura portuale potrà, fra qualche settimana, contare una nuova pavimentazione della banchina e un nuovo impianto di illuminazione (ecco spiegato il buio dei numerosi piloni elettrici che interessa la strada a ridosso del porto); lavori, questi, che si aggiungono al dragaggio del porto servizi. Il tutto in previsione dell’immediato quanto assai probabile arrivo dell’apertura dei mercati di libero scambio fra i paesi del Mediterraneo, previsto per il 2010.

"Il Porto di Pozzallo ha raddoppiato, negli ultimi 3 anni, il quantitativo di merci movimentate con percentuali difficilmente riscontrabili in altre realtà portuali ? dichiara il capo dell’ufficio tecnico della Capitaneria di Porto di Pozzallo, tenente Francesco Cardullo ? Tali risultati sono stati ottenuti principalmente grazie al lavoro degli operatori portuali i quali devono essere messi nelle condizioni di poter operare al meglio.

In tale ottica, si pongono i procedimenti avviati negli ultimi tempi finalizzati alla esecuzione di lavori di manutenzione ordinaria i quali, grazie anche al Genio Civile di Ragusa, si sono conclusi positivamente e che stanno già portando al rifacimento di tutte le canalette di cemento armato poste sulla pavimentazione delle banchine, alla creazione di importanti infrastrutture che miglioreranno le «security» del porto ed alla definitiva riparazione dell’impianto di illuminazione, vero problema che affligge il porto da molti anni".

Questi interventi si sommano al dragaggio del porto servizi il cui insabbiamento progressivo aveva limitato fortemente, nei mesi scorsi, l’attività lavorativa dei locali concessionari dei pontili galleggianti.