Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 913
POZZALLO - 15/06/2016
Attualità - Per i lavori presentati sul tema «Uniamo le energie per nutrire l’uomo»

Studenti pozzallesi del "La Pira" premiati

Sono Alyssa Veclani della 3B e Mattia Distefano della 3A guidati dalla docente Marianna Cannizzaro Foto Corrierediragusa.it

Due studenti del Liceo Scientifico «La Pira» sono stati premiati per i lavori presentati al concorso «Uniamo le energie per nutrire l’uomo». Il concorso che ha coinvolto molte scuole italiane verteva sulla lotta alla povertà, allo spreco, all’eccessivo sfruttamento delle risorse cui il mondo occidentale dà poca importanza perché accessibili e utilizzabili senza difficoltà, mentre in altri Paesi costituiscono una ricchezza a disposizione di pochi. Grazie all’elaborato dal titolo «Artigiane della pace: da Malala Yousafzai a Jacqueline Morineau», Alyssa Veclani (a sin. nella foto) della 3B si è aggiudicata il secondo premio del valore di 1.500 euro da spendere in materiale didattico. Un attestato di merito è stato consegnato anche a Mattia Distefano della 3A, che ha partecipato al concorso con un elaborato intitolato «La minaccia più potente è il bambino più innocente».

I due studenti, guidati dalla loro docente di Lettere, Marianna Cannizzaro, hanno tratto spunto dalla figura di Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace 2014, per riflettere criticamente sull’importanza di nutrire non solo il corpo ma anche lo spirito per assicurare all’uomo dignità e giustizia e per garantire al maggior numero possibile di persone una formazione culturale e professionale al fine di aiutarle a diventare cittadini attivi e responsabili. La premiazione della consegna degli attestati relativi al percorso di alternanza scuola-lavoro è avvenuta nell’anfiteatro di Pietre Nere alla presenza della Vicepresidente della Federazione Nazionale Società San Vincenzo de Paoli, della dirigente scolastica, Mara Aldrighetti, del sindaco e del Provveditore agli studi.

La vicepresidente Mimma Trovato Schirmo si è congratulata a nome del Consiglio Nazionale Italiano della Società di San Vincenzo De Paoli, leggendo la motivazione del Premio, e ha presentato alla platea l’Associazione, costituita da circa 13.000 volontari in tutta Italia, che ha come scopo quello di aiutare le persone in difficoltà, cercando di rimuovere le cause delle situazioni di bisogno e di emarginazione, in modo da restituire loro l’autonomia.