Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 736
POZZALLO - 06/09/2008
Attualità - Pozzallo - La denuncia dei consiglieri Asta e Sudano

Pozzallo: una città troppo sporca

L’interrogazione consiliare sarà trattata alla prima seduta utile Foto Corrierediragusa.it

Una città sporca. ? quello che denunciano (ma non è la prima volta che lo fanno) i due consiglieri d’opposizione a palazzo La Pira, Marco Sudano (nella foto) della lista civica «Pozzallo Giovane» e Giuseppe Asta de «il Timone». I due consiglieri, dopo le dichiarazioni dell’assessore all’ecologia, Angelo Avveduto (l’assessore si era impegnato a bonificare e ripulire un’area non appartenente al comune di Pozzallo, ovvero la zona retro portuale, di competenza del comune di Modica), tracciano un quadro assai desolante sull’efficienza degli operatori ecologici e sulla pulizia che manca in diverse zone della città, soprattutto in periferia.

Sudano ed Asta hanno presentato un’interrogazione consiliare che sarà dibattuta durante la prossima civica assise e sono diversi i punti che saranno elencati all’assessore Avveduto. Ecco alcune denunce presentate nell’interrogazione: le strade sono sporche e con folta vegetazione, i lungomari abbandonati all’incuria, cestini portarifiuti sono introvabili, il «verde» dei giardini pubblici è inguardabile, siringhe e preservativi stazionano lungo l’arenile di Pietrenere e Raganzino, fontane e vasche mai ripulite, campeggi abusivi sulle spiagge, periferie abbandonate, cassonetti quasi mai sterilizzati.