Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1101
POZZALLO - 31/05/2016
Attualità - L’avvio dei lavori appare più vicino

Consiglio comunale di Pozzallo sul porto

Sinergia istituzionale e politica per fare sistema Foto Corrierediragusa.it

Il consiglio comunale ha individuato un percorso ben preciso per arrivare all’avvio dei lavori per la messa in sicurezza del porto e il suo ampliamento. La strategia prevede un intervento immediato al Ministero dell’Ambiente per il rilascio della Via (Valutazione di Impatto Ambientale) e della Vas (Valutazione Ambientale Strategica), per corredarli allo studio preliminare del progetto, la costituzione di un tavolo tecnico composto dalle rappresentanze del sindacato, delle organizzazioni di categoria (Ascom, Cna), della Camera di Commercio di Ragusa, della deputazione regionale, dei sodalizi di Pozzallo (Società di mutuo soccorso e Società marinara) che avrà il compito di intercettare il finanziamento dai fondi europei 2014/2020 per la realizzazione dei lavori. La Cgil, presente con l’ex segretario Giovanni Avola, e con il neo segretario Peppe Scifo, al suo esordio ufficiale, ha ribadito l’urgenza della questione ed ha trovato attenzione non solo nei 14 consiglieri presenti, ma anche nei parlamentari intervenuti nell’occasione, Orazio Ragusa, Nello Di Pasquale, Pippo Digiacomo e Marialucia Lorefice. La riunione del civico consesso aperto era stata una decisione assunta, nell’ambito dell’iniziativa della Cgil di Ragusa di presidiare l’aula consiliare, dal presidente del consiglio comunale, Antonio Zocco.

Il documento approvato detta innanzitutto la necessità di mettere in condizione il Genio Civile di Ragusa, che dal novembre del 2015 è titolare del progetto di ampliamento e messa in sicurezza del Porto di Pozzallo, in condizione di poter utilizzare i fondi (ne erano stati assegnati per questo scopo nel febbraio del 2011 al comune di Pozzallo ben 570 mila euro) per poter eseguire gli studi preliminari per quanto concerne l’impatto ambientale che è elemento essenziale per la progettazione. L’assessore regionale alle autonomie locali, Giovanni Pistorio, al termine del convegno sul tema del futuro del Porto, tenutosi a Pozzallo su organizzazione della Cgil il 12 febbraio scorso, aveva assunto l’impegno, a nome della giunta regionale, di modificare la delibera trasferendo la titolarità della destinazione dei fondi dal comune di Pozzallo al Genio Civile di Ragusa. Ma sinora, purtroppo, non è accaduto nulla.