Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 776
POZZALLO - 17/02/2016
Attualità - La 2a B dello Scientifico "La Pira" di Pozzallo ha vinto con un video ispirato dallo scrittore modicano

La Modica di Ciccio Belgiorno premiata dalla Treccani

Commentato dagli studenti con testi tratti da alcuni romanzi e scritti dell’autore Foto Corrierediragusa.it

Lo scrittore e giornalista Ciccio Belgiorno è il protagonista del video grazie al quale gli alunni della classe 2a B dello Scientifico "La Pira" di Pozzallo hanno vinto il primo premio al concorso indetto dalla Enciclopedia Treccani. Il concorso a livello nazionale sul tema "Il paesaggio, alla scoperta del patrimonio culturale del nostro territorio" ha appassionato i giovani studenti che hanno letto i tanti testi di Belgiorno arrivando ad una sintesi efficace. Il gruppo, coordinato dalla docente di Lettere, Marianna Cannizzaro (nella foto al centro nel corso della premiazione), ha prodotto i testi, le immagini e le interviste. "La Modica di Belgiorno: i luoghi amarcord" è valso così il primo premio nella sezione riservata alle scuole secondarie per la soddisfazione di alunni e docenti che hanno lavorato al progetto per alcuni mesi.

Il video presenta i percorsi più cari a Ciccio Belgiorno, dalla casa di via Nativo al quadrato della Palma, da S. Pietro al Pizzo, a S. Teresa "forse la chiesa più bella della città, un giardino di pietre lucide e oleandri che mi parve, talvolta, un´America Latina da film e dove immaginavo che passasse Pancho Villa col suo seguito di generali e di signore ammantigliate alla spagnola. Le finestre adiacenti spendevano come se vi si fosse concentrato tutto l´oro del sole e anche gli abitanti di quella zona aerea si portavano una certa aura addosso». come Belgiorno scrive ne "L´Accalappiatempo". E´ l´appropriato commento tratto dai tanti testi di Belgiorno che arricchisce e nobilita il video che si snoda leggero e godibile. Rivive così un mondo che è stato la «città dell’anima» dello scrittore, che con la sua «penna migrante» ha ne ha sempre parlato, nel bene e nel male, alternando momenti di nostalgia per un passato ormai lontano, quasi mitico, e momenti di amarezza per la decadenza morale e civile del tempo presente.