Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1334
POZZALLO - 29/01/2016
Attualità - La riduzione da 24 a 15 ha istituito Palermo per la Sicilia Occidentale e Augusta per quella orientale

Due sole Autorità portuali in Sicilia e Pozzallo resta da solo

Il porto ibleo è di proprietà regionale e non è agganciato alle nuove realtà. Riflessi negativi Foto Corrierediragusa.it

Due sole autorità portuali in Sicilia, Palermo per la Sicilia occidentale ed Augusta per quella orientale. Il Governo ha varato il riordino delle Autorità che gestiscono i porti di interesse nazionale da 24 a 15. Nel riordino non è stato interessato il porto di Pozzallo (foto), che, essendo gestito dalla Regione, non ha titolo per ricadere nel piano complessivo del Governo. I porti regionali restano così in una situazione di confusione visto che la Regione non ha provveduto ad un piano di indirizzo preciso. La gestione resta così affidata ad una pluralità di soggetti, Capitaneria, ex Provincia, Genio Civile e privati concessionari di servizi con una commistione ed un conflitto di interessi tra le esigenze di natura commerciale e quelle turistiche.

La Regione dovrebbe subito pensare ad istituire un unico soggetto di gestione per tutti i porti regionali dove, ovviamente, siano espressamente rappresentati gli interessi di ogni singolo scalo. L’ alternativa a questa ipotesi potrebbe essere quella messa in atto per i porti regionali del Lazio e della Puglia, dove funziona un sistema di strettissima collaborazione con le autorità portuali nazionali limitrofe. Nel caso di Pozzallo andrebbe definito con l’autorità portuale di Augusta – Catania un patto, un’intesa, che abbia come obiettivo quello di un sistema portuale integrato di duplice valenza: diportistica e commerciale che vada da Marina di Ragusa a Catania. Solo così Pozzallo potrà avere prospettive di ulteriore sviluppo anche perchè rappresenterebbe per l´autorità portuale di Augusta il porto più a sud della Sicilia, un vero avamposto nel Mediterraneo.