Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1120
POZZALLO - 07/08/2008
Attualità - Pozzallo - La siracusana Federica Bua è prevalsa sulle altre

Bellezze a Torre Cabrera,
pre finali nazionali Miss Italia

32 le concorrenti giunte anche da altre regioni Foto Corrierediragusa.it

Trentadue bellezze mediterranee si sono sfidate ai piedi della Torre Cabrera, a Pozzallo, per accedere alle prefinali nazionali di «Miss Italia», ultimo atto prima del concorso vero e proprio che si svolgerà, come ogni anno, a Salsomaggiore Terme, a settembre. A fare da sfondo alla serata un pubblico numeroso, che ha applaudito le finaliste del concorso, arrivate a Pozzallo non solo dalla Sicilia ma anche dalla Lombardia e Campania.

A sbaragliare la nutrita concorrenza, ci ha pensato la diciannovenne siracusana, Francesca Bua (nella foto), un metro e settantadue di algida bellezza, testarda e permalosa, come si può leggere nella scheda che hanno consegnato per ognuna delle candidate, con il desiderio di sfilare, un giorno, per le più importanti case di moda internazionali. Alla Bua è andata la fascia di «Miss ModaMare».

Seconda classificata è Piera Manduca, 18 anni, già lo scorso anno al fianco di Salvo La Rosa nel programma di Antenna Sicilia, «Insieme». Alla Manduca anche la fascia di «Miss Rocchetta Bellezza». Terza arrivata è Martina Roggio, 19 anni, di Augusta, alla quale è andata la fascia di «Miss L’Aura Blu». Prima delle iblee, la ragusana Alessia Ruggeri, di 19 anni. Applausi convinti anche per le due pozzallesi in concorso, la diciottenne Miriam Nolano e la ventenne Leandra Caschetto, le quali «giocavano» in casa, non riuscendo, però, per pochi voti, a raggiungere il podio.

Per la Nolano e la Caschetto, come per tutte le altre ragazze, l’appuntamento è rimandato all’anno prossimo, quando a Pozzallo, così come riferito dal sindaco Peppe Sulsenti, si farà di tutto per replicare l’avvenimento nella città rivierasca. Da notare, in Piazza, la presenza numerosa di uomini, in numero superiore rispetto al gentil sesso.

Miriam Nolano